Con Piazzabio.it il biologico si mette in rete

Con Piazzabio.it il biologico si mette in rete Alimentazione, benessere e turismo sostenibile Un progetto che nasce con uno scopo ben preciso: far crescere il biologico nella ristorazione collettiva (mense pubbliche, di scuole, di aziende e centri di cottura) nella consapevolezza che la diffusione di cibi buoni e sani nei luoghi pubblici possa essere da traino anche per il consumo privato.

15/giu/2010 21.41.51 Eventi e Viaggi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Alimentazione, benessere e turismo sostenibile

piazzabio.it 

Un progetto che nasce con uno scopo ben preciso: far crescere il biologico nella ristorazione collettiva (mense pubbliche, di scuole, di aziende e centri di cottura) nella consapevolezza che la diffusione di cibi buoni e sani nei luoghi pubblici possa essere da traino anche per il consumo privato.

Nuove forme di sviluppo economico e turistico, il web al servizio della sostenibilità.

Parte dal cuore verde d’Italia il tentativo di mettere in rete i produttori biologici del centro Italia.

Una piazza virtuale da dove è possibile raggiungere con un “click” il produttore biologico che ci interessa. Un sito in continuo aggiornamento con oltre 370 record verificati uno ad uno.

Nasce in Umbria, ma con l’obiettivo di estendersi alle altre regioni dell’Italia centrale PiazzaBio.it, portale internet dove sono censiti tutti i produttori, i trasformatori, i distributori e i consumatori collettivi di cibi biologici.

Un progetto nato con l’obiettivo di valorizzare e promuovere le produzioni tipiche e biologiche regionali, stimolando l’incontro tra la domanda e l’offerta di prodotti agroalimentari di qualità e da agricoltura biologica.

Tra gli obiettivi anche quelli di promuovere nuove forme di aggregazione commerciale tra gli operatori del settore e di migliorare la competitività e la sostenibilità economica delle aziende agrarie regionali attraverso la creazione di nuovi strumenti commerciali e di comunicazione.

 

Il portale si presenta da subito di facile consultazione, la grafica, senza tanti fronzoli, consente all’utente di arrivare attraverso molteplici chiavi di ricerca all’obiettivo. È possibile cercare un produttore per comune o per comprensorio geografico, oppure cercare direttamente per prodotto:

www.piazzabio.it/

-Ricerca per Comune, cercare il produttore biologico più vicino: 

http://www.piazzabio.it/home.php?inc=produttori_ricerca_paese&comune=PERUGIA

-Fare una ricerca per alimento, andando a vedere chi produce e distribuisce il prodotto che ci interessa: http://www.piazzabio.it/home.php?inc=prodotti_ricerca&prodotto=Olio 

 

Il sito si presenta come strumento utile anche per i produttori, oltre agli indubbi vantaggi in termini di visibilità e di completezza delle informazioni, il produttore può consultare attraverso una sezione a lui dedicata tutti i possibili consumatori collettivi per proporsi:

http://www.piazzabio.it/home.php?inc=consumatori

 

 

Il primo nucleo di PiazzaBio.it si sviluppa in Umbria con l'ambizione di estendere il servizio alle altre regioni, con particolare attenzione a quelle dell'Italia centrale.  

Dai dati pubblicati dal rapporto Biobank si vede come in Italia l’intero comparto del biologico sia in crescita. I dati rispetto al 2007: gruppi d’acquisto (+68%), vendita diretta (+32%), i ristoranti (+31%), E-commerce (+25%), mense scolastiche (+23%), agriturismi (+22%), mercati (+10%) e negozi (+2%). Quanto all'Umbria, fino a qualche tempo fa spiccava  per la superficie coltivata a bio in rapporto con la superficie coltivata complessiva; è seconda tra le regioni (dopo le Marche e prima della Toscana) nel rapporto tra punti vendita per 100 mila abitanti (Marche 11, Umbria 10, Toscana 9). 

L’iscrizione per i produttori e per i consumatori è gratuita, chi fosse interessato ad aderire al progetto può trovare le informazioni sul sito www.piazzabio.it o può contattare direttamente via mail o telefono lo staff: info@piazzabio.it  347.9474098. 

 

Il progetto fa capo al 3A - Parco Tecnologico Agroalimentare dell’Umbria.

(Il lavoro di costruzione e lancio di PiazzaBio.it è stato reso possibile dalla legge regionale n. 21 del 2001, rifinanziata dal DAP 2008 (legge finanziaria). L'Assessorato regionale all'Agricoltura ne ha affidato la realizzazione al 3A-Parco Tecnologico Agroalimentare dell’Umbria in collaborazione con l’associazione specializzata in comunicazione ambientale e sociale MenteGlocale.)

 

Ufficio stampa

Mg² comunicazione – Perugia, Italia

345 3146106

www.mg2comunicazione.it

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl