"L'OPERATORE SOCIO SANITARIO:NUOVE PROSPETTIVE DI RISPOSTA AI BISOGNI DI SALUTE"

02/lug/2010 21.10.49 Associazione asnoss Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

SCHEDA DI ISCRIZIONE
 

L’OPERATORE SOCIO SANITARIO:

NUOVE PROSPETTIVE DI RISPOSTA

AI BISOGNI DI SALUTE”

                 UDINE 21 OTTOBRE 2010

Cognome Nome ___________________________

Nato a_____________ __ il__________________             
Indirizzo _________________________________  CAP___________Città_____________  Prov.____

 

Rec. Tel (obblig)___________________________
E-mail ___________________________________
Ente_____________________________________
Reparto/servizio___________________________Qualifica _________________________________
Data ___________ Firma___________________________________

Ai sensi del D.Lgs. 196/2003, i dati forniti vengono trattati elettronicamente ed utilizzati da UILFPL FVG  e ASNOSS per la gestione amministrativa dei Corsi di Formazione.I dati da Lei rilasciati possono altresì essere utilizzati da UILFPL FVG e ASNOSS a scopo statistico e al fine di poterLe inviare informazioni sulle proposte di corsi ed iniziative  Eventuali variazioni di luogo e data del corso verranno comunicate e potranno avvenire a discrezione di UILFPL FVG e ASNOSS. per informazioni: tel. 3491825052  friulivg@uilfpl.it  tel.3455979504 amministrazione.asnoss@gmail.com

PRIMA DEL PAGAMENTO VERIFICARE LA DISPONIBILITA’!!!

Pagamento: bonifico bancario effettuato in favore di UILFPL FVG-c/c convegni Corso Italia,45 34170 Gorizia- codice Iban: IT91V0572812400804570721575 Banca Popolare  di Vicenza

NB: Invio della presente scheda e della ricevuta di pagamento al fax 0481 410192

L’ISCRIZIONE SARA’ CONFERMATA DALLA RICEVUTA DI PAGAMENTO DELLA QUOTA 

E’ previsto il rilascio finale dell’attestato di partecipazione

 

MODALITA’ DI ISCRIZIONE

L’iscrizione tramite scheda è obbligatoria.Verranno accettate le iscrizioni in base all’ordine cronologico di arrivo. La compilazione completa della scheda ci permette di contattarvi per qualsiasi comunicazione.Il sistema di pagamento si blocca automaticamente al raggiungimento del numero fissato per gli iscritti (330). I richiedenti che rimarranno esclusi, possono comunque telefonare e saranno inseriti in una lista di attesa. Le schede d’iscrizione prive di appropriato pagamento effettuato, non verranno considerate. In caso di rinuncia al Convegno, l’importo non verrà rimborsato.

Iscrizione da parte di Ente Pubblico o Privato:

qualora la quota di iscrizione venga corrisposta da Ente sarà necessario allegare alla domanda di iscrizione, (anche via fax) una specifica richiesta da parte dell’Ente. I partecipanti che richiederanno la fatturazione ad Ente senza allegare preventivamente la richiesta scritta, riceveranno fattura a loro intestata ;

Quote di partecipazione:

20 euro per gli iscritti UILFPL e iscritti ASNOSS (confermati dall’ente di riferimento)

35 euro per i non iscritti.

Nella quota è previsto il coffee break e il ristoro a pranzo.

Prenotazione alberghiera

La segreteria organizzativa NON si occupa delle prenotazioni alberghiere; i suggerimenti di seguito riportati sono solo indicativi e  non garantiscono la prenotazione che rimarrà a cura dell’interessato. In convenzione:

Hotel San Giorgio euro 70 singola, euro 80 matrim uso sing, euro 115 matrimoniale- con colazione ed internet gratis tel 0432 505577 Piazzale G. Cella 2 Ud

Albergo Quo Vadis Piazzale Giobatta Cella, 28, 33100 Udine UD tel 0432 21091

BeB Dimora Montegnacco tel 0432 204 698 via Cussignacco , 48 Ud

Hotel allegria euro 90 matr uso singola, euro 130 matrim con colazione tel 0432 505921 via Grazano 18 Ud

gli alberghi permettono di arrivare al Palazzo della Regione a piedi    oppure hotel Ramandolo poi  bus 1               

Come arrivare:-aeroporto di Trieste (Ronchi dei Legionari) e autobus;-treno-  la stazione dista 800 m dagli hotel ; -auto- autostrada uscita Udine sud-

Palazzo della Regione: via C. D. SABBADINI Gradenigo 31 - Udine



 

 

“L’OPERATORE SOCIO SANITARIO: NUOVE PROSPETTIVE DI RISPOSTA

AI BISOGNI DI SALUTE”

 

TAVOLA ROTONDA

Con la presenza di Autorità

Nazionali e Regionali

21 OTTOBRE 2010

 

PALAZZO DELLA REGIONE

FRIULI VENEZIA GIULIA

AUDITORIUM VOLTURNO - UDINE

ore 8.00-17.30

 

Il federalismo e la crisi economica, se non appoggiate da una programmazione sanitaria tarata sulle risorse disponibili e finalizzata a muovere la leva organizzativa e gestionale, non otterranno il risultato che noi consideriamo irrinunciabile: il sostegno alla non autosufficienza, conseguenza anche dell’invecchiamento della popolazione e della cronicità delle malattie.Tra le politiche sanitarie, non sono certo irrilevanti le politiche del lavoro, in particolare relativamente all’investimento sulle figure a sostegno dei problemi sanitari e sociali.Tra questi l’operatore socio sanitario, figura rimasta in sospeso tra segnali di attenzione, da parte delle Regioni ed altri di non completamento del quadro, in termini di perfezionamento del percorso formativo, di reclutamento e di precarietà delle risorse formate.Da qui alla revisione dei modelli organizzativi sanitari per avvalersi dell’utilità della risorsa operatore socio sanitario il percorso è breve, in un’ottica di ottimizzazione dei costi dell’amministrazione sanitaria

Obiettivi:

-identificare alcuni fattori organizzativi dell’attività assistenziale , con particolare riferimento all’integrazione fra operatori con diverse responsabilità

-indicare i principali elementi che caratterizzano la trasformazione in atto nell’assistenza infermieristica con richiami alla trasformazione nel Servizio Sanitario Regionale e Nazionale confrontando le pratiche assistenziali con le più recenti evidenze

-indicare criteri per l’analisi della attività assistenziale, la razionalizzazione del lavoro e la distribuzione della responsabilità nel gruppo di lavoro

-presentare esempi di attivazione di modalità di lavoro in integrazione fra operatori con diverse competenze e responsabilità

-L'Operatore Socio Sanitario trova origine nella sintesi dei distinti profili professionali degli operatori dell’area sociale e di quella sanitaria e risponde in modo più adeguato all’evoluzione dei servizi alla persona, intesa nella globalità dei suoi bisogni. E’oggetto di una profonda revisione in termini di ruolo, di competenze e di contesto operativo.

-rendere  tangibile il nostro impegno nel confronto con i cittadini per cercare, assieme al altre professioni, di migliorare la qualità dei servizi e delle risposte socio-sanitarie.

SEGRETERIE ORGANIZZATIVE

Segretario Generale Nazionale UIL FPL:

Giovanni Torluccio

Segretario Regionale UIL FPL Friuli Venezia Giulia: Luciano Bressan

Segreteria Nazionale Uil Fpl: Maria Vittoria Gobbo

Segretario Org.  nazionale uil fpl Michelangelo Librandi

Presidente Nazionale ASNOSS: Luca Gusperti

Coord. Oss Uil fpl nazionale: Tiziano Pieretti

RELATORI

Presidente Nazionale IPASVI: Annalisa Silvestro

Presidente Regionale Friuli Venezia Giulia IPASVI: Flavio Paoletti

Responsabile Regionale Formazione ecm: Laura Minin

Avvocato Forum di Udine: Battistutta

Infermiere libero professionista: Marco Peruzzo

Assistente Sociale: Clementi

Assistente Sanitaria: Bais

Formazione e politiche sociali: Luigina Leonarduzzi

Resp Serv Inf Aoud  Daniele Salmaso

 

       INVITATI

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali : On. Maurizio Sacconi

Il Ministro alla Salute: On. Ferruccio Fazio

Presidente Regione FVG: Renzo Tondo

Assessore alla Salute FVG: Vladimir Kosic

Dir Gen FVG Lavoro e delle Politiche Sociali:

Paolo Basaglia

      Resp   politiche del personale FVG    dott.ssa   

      Bernardetta Maioli

      Sindaco di Udine: Furio Honsell

PROGRAMMA

 

8.00-8.30: registrazione

8.30- 8.45: apertura dei lavori-moderatore

Luciano Bressan- Maria Vittoria Gobbo

        9.00: saluto autorità

        9.15: Il federalismo e la crisi economica, l’importanza  

         della programmazione sanitaria

Giovanni Torluccio

9.35: la trasformazione in atto del sistema sanitario: quali le ricadute sull’organizzazione della struttura e sull’attività dei professionisti ed operatori sanitari

Annalisa Silvestro

10.00: l’operatore socio sanitario excursus storico e formazione nazionale e regionale: l’operatore nel sanitario e nel sociale, ambiti, competenze, responsabilità.

Marco Peruzzo

10.30: Gli operatori nella realtà regionale: integrazione aziendale, continuità nel sociale;la formazione: dagli anni Novanta ad oggi, il saper orientare al lavoro, crescere grazie al Fondo sociale europeoper combattere la disoccupazione e l’esclusione sociale.Progetti e programmi di incentivazione al reinserimento o inserimento lavorativo

Laura Minin- Luigina Leonarduzzi

11.15: coffee break

11.30: l’infermiere da esecutore a professionista, la responsabilità dei risultati dell’assistenza, la progettazione incentrata sulla persona: la responsabilità professionale, logiche e implicazioni nell’accreditamento professionale, gestione dei processi e delle procedure

       Flavio Paoletti

12.15: il percorso del “cliente fragile” , integrazione assistenziale socio-sanitaria, il ruolo dell’assistente sociale: trend tra assistenza ospedaliera e territoriale. L’operatore di supporto e il territorio

13.00 pausa pranzo

13.50: l’assistente sanitario: da “visitatrice” a ruolo prevalentemente “preventivo”; una professione da riconsiderare?

Bais

14.15: L’operatore socio sanitario con formazione complementare: il suo inserimento. L’esperienza in Friuli Venezia Giulia

Daniele Salmaso

14.45: tavola rotonda

il lavoratore ed il suo operato al centro di tutto: i contratti, la finanziaria, la politica sanitaria nazionale Giovanni Torluccio

le politiche dell’assistenza nel Friuli Venezia Giulia Vladimir Kosic-

responsabilità nella pratica dell’assistenza Avv Battistutta-

infermiere,  assistenti sanitari e ostetriche: nuove prospettive future. Assistenza  in ospedale e in territorio, integrazione con il mondo sociale- gli operatori di supporto Annalisa  Silvestro

nuove situazioni nel mondo del lavoro: badanti, associazioni, cittadinanza attiva, volontariato, ruoli e prospettive Ordine ass soc:

utilizzo del fondo sociale europeo Progetti e programmi di incentivazione al reinserimento o inserimento lavorativo. Politiche sociali

il futuro nella politica dell’assistenza, quali prerogative. Formazione complementare, finalità e possibilità formative per l’operatore con competenze minime Asnoss:

16.00: chiusura dei lavori

Giovanni Torluccio

16.50: con gli occhi del cittadino: la sanità così erogata

cittadinanza attiva

17.10:uno sportello per l’assistenza

cooperative…

17.30: discussione

18.00: conclusioni

 

 

 

il programma definitivo verrà trasmesso a breve

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl