Italia patria degli evasori fiscali, l’anal isi di Soldà

12/lug/2010 11.11.18 Italia dei Diritti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


COMUNICATO STAMPA

 

Italia patria degli evasori fiscali, l’analisi di Soldà

Il vicepresidente dell’Italia dei Diritti: “Si è arrivati a raschiare il fondo del barile”

 

Roma, 12 luglio 2010 - “Questi dati fotografano una situazione a dir poco critica, allarmante oserei dire, ma ancor di più lo è  l’inoperosità con cui si sta affrontando la questione”.

 

Così Roberto Soldà, vicepresidente dell’Italia dei Diritti, commenta l’amaro primato con cui quella italina viene catalogata come una delle nazioni con il più alto tasso di evasori fiscali. Nel Bel Paese l’imponibile che sfugge al fisco è di circa 300 miliardi di euro l’anno e dati in possesso della Camera di Commercio risulterebbe che l’Italia è anche la nazione con il più elevato indice di società di comodo, che spesso vengono create da privati cittadini per custodire dietro uno schermo societario la proprietà della barca, della casa o della villa al mare.

 

“Stiamo raggiungendo un punto di non ritorno �“ continua l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro �“. È paradossale ciò che sta accadendo: ricchi che si fingono poveri per usufruire di ulteriori benefici, e poveri che si ingegnano in truffe allo Stato solo per riuscire ad arrivare a fine mese. Riflettiamo, e faccia altrettanto chi è preposto a prendere decisioni”.

 

 

 

Ufficio Stampa Italia dei Diritti

Addetti Stampa

Daniele Cardarelli �“ Fabrizio Battisti

Capo Ufficio Stampa

Fabio Bucciarelli         

Via Virginia Agnelli, 89 �“ 00151 Roma

Tel. 06-97606564; cell. 347-7463784

e-mail: italiadeidiritti@yahoo.it

 

 



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl