Centrale atomica a Latina, per la Di Marcantonio è l’ennesimo errore politico

Centrale atomica a Latina, per la Di Marcantonio è l'ennesimo errore politico COMUNICATO STAMPA Centrale atomica a Latina, per la Di Marcantonio è l'ennesimo errore politico La responsabile per la provincia di Latina dell'Italia dei Diritti: «Il Governo mostra scarsa sensibilità nei confronti di un territorio già duramente colpito dalla precedente esperienza nucleare» Latina, 29 luglio 2010 _" A volte ritornano.

29/lug/2010 16.56.17 Italia dei Diritti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

 

 

Centrale atomica a Latina, per la Di Marcantonio è l’ennesimo errore politico

La responsabile per la provincia di Latina dell’Italia dei Diritti: «Il Governo mostra scarsa sensibilità nei confronti di un territorio già duramente colpito dalla precedente esperienza nucleare»

Latina, 29 luglio 2010 �“ A volte ritornano. Come nel più classico dei film horror, proprio quando il peggio sembra passato, la tragedia si abbatte sugli sventurati protagonisti. È il lontano 26 novembre 1986 quando la centrale atomica di Latina si spegne per l’ultima volta. A partire dal 2011 nella stessa zona potrebbe tornare il «nucleare di nuova generazione».

«Il territorio non ha ancora finito di pagare i danni della precedente esperienza nucleare �“ commenta Camelia Di Marcantonio, responsabile provinciale di Latina dell’Italia dei Diritti �“, il tasso di mortalità per tumori e il tasso di incidenza di malattie della tiroide nella regione, e nella provincia in particolare, è nettamente più alto che nel resto d’Italia».

E proprio i dati sull’incidenza di tumori e malattie correlate sono le uniche risorse a disposizione del fronte del no al nucleare nella provincia. I criteri stabiliti dal Governo, infatti, non lasceranno alcun margine di intervento agli enti locali. Nemmeno quelli alle prese con situazioni difficili. «Abbiamo già abbastanza problemi di inquinamento per via della discarica di Borgo Montello �“ continua l’esponente del movimento guidato da Antonello De Pierro �“ come se non bastasse, arriva una nuova centrale atomica. Che succede, si sta facendo finta che non sia mai accaduto nulla?».

Si accende la polemica politica �“ e per ora solo quella �“ su una questione evidentemente complessa: «Perfino il governatore del Lazio Renata Polverini aveva promesso che non avrebbero riaperto una centrale nucleare a Latina �“ continua la Di Marcantonio �“ evidentemente ha prevalso la volontà del padrone, di Silvio Berlusconi».

 

 

 

 

Ufficio Stampa Italia dei Diritti

Addetti Stampa

Emanuele Bissattini �“ Emiliano D’Errico

Capo Ufficio Stampa

Fabio Bucciarelli       

Via Virginia Agnelli, 89 �“ 00151 Roma

Tel. 06-97606564; cell. 347-7463784

e-mail: italiadeidiritti@yahoo.it

sito web www.italymedia.it/italiadeidiritti


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl