A Genova altri 8000 parcheggi a pagamento, la critica di Ferraioli

A Genova altri 8000 parcheggi a pagamento, la critica di Ferraioli COMUNICATO STAMPA A Genova altri 8000 parcheggi a pagamento, la critica di Ferraioli Il responsabile ligure dell'Italia dei Diritti: "I recenti tagli finanziari effettuati dal governo inducono gli enti locali a ricercare approvvigionamento di denaro fresco da altre parti" Genova, 20 settembre 2010 _" Sembrano destinate ad allargarsi le aree di sosta blu di Genova.

20/set/2010 09.53.56 Italia dei Diritti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

A Genova altri 8000 parcheggi a pagamento, la critica di Ferraioli

 

Il responsabile ligure dell’Italia dei Diritti: “I recenti tagli finanziari effettuati dal governo inducono gli enti locali a ricercare approvvigionamento di denaro fresco da altre parti”

 

 

 

Genova, 20 settembre 2010 �“ Sembrano destinate ad allargarsi le aree di sosta blu di Genova. I tagli ai trasferimenti dallo Stato costringono i comuni a trovare nuove risorse, così il capoluogo ligure è ricorso ai parcheggi a pagamento per far quadrare i conti. Ne verranno realizzati circa 8000 tra il completamento di Marassi, quello di San Martino e una parte di Media Valbisagno, ma il progetto genera comprensibilmente diversi dissensi tra i genovesi. Dura la reazione di Maurizio Ferraioli, responsabile ligure dell’Italia dei Diritti: “Fermo restando che i recenti tagli finanziari effettuati dal governo inducono gli enti locali a ricercare approvvigionamento di denaro fresco da altre parti e che comunque non è una giustificazione il fatto che la Genova Parcheggi sia una società in attivo, riteniamo aprioristicamente non adeguato l’ampliamento di 8000 parcheggi a pagamento, che non si traducono in una maggiore disponibilità di aree di sosta per tutti i cittadini, bensì esclusivamente in uno strumento per rimpinguare le casse comunali. Da un’amministrazione attenta ai bisogni della cittadinanza �“ continua Ferraioli �“ ci saremmo aspettati il posizionamento di aree di parcheggio a rotazione con l’utilizzo del cosiddetto disco orario. Mi aspetto quantomeno una palese dimostrazione, da parte del Comune, dell’esistenza di un corrispettivo tra l’incasso comunale e l’implementazione delle infrastrutture cittadine �“ conclude l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro �“ cosicché queste eventuali ulteriori entrate possano essere interpretate documentandone le effettive finalità”.

 

 

Ufficio Stampa Italia dei Diritti

Addetto Stampa

Fabrizio Battisti

Capo Ufficio Stampa

Fabio Bucciarelli

Via Virginia Agnelli, 89 - 00151 Roma

Tel. 06-97606564; cell. 347-7463784

e-mail: italiadeidiritti@yahoo.it

sito web www.italiadeidiritti.it

 


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl