Proteste per caro-libri nelle scuole romane, il giudizio di Soldà

01/ott/2010 09.02.18 Italia dei Diritti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

Proteste per caro-libri nelle scuole romane, il giudizio di Soldà  

 

Il vicepresidente dell’Italia dei Diritti: “Bisogna porre rimedio all’emergenza del caro- scuola e sollecitare le istituzioni affinché evitino queste pesanti stangate per le famiglie, già gravemente impoverite dalla crisi che investe il nostro Paese”.

           

 

Roma, 1 ottobre 2010 �“  Testi scolastici troppo cari. Ieri mattina al liceo scientifico Righi di via Campania, numerosi studenti si sono radunati per protestare contro il caro-libri che in alcune scuole capitoline costringe le famiglie a versare centinaia di euro per il materiale didattico. Infatti per legge, il tetto di spesa per i libri imposto classe per classe dal Ministero dell’Istruzione non dovrebbe superare i trecento euro. In merito alla vicenda ha espresso un parere Roberto Soldà, vicepresidente dell’Italia dei Diritti: “Ogni anno si presenta sempre la stessa situazione che ormai non fa più notizia. La politica ministeriale non fa nulla per abbattere i costo dei libri  e i limiti del tetto di spesa vanno rispettati visto che c’è  una legge ad hoc che delimita le spese scolastiche”.  

 

Per far fronte a questo meccanismo che impoverisce le tasche delle famiglie italiane, il Movimento studentesco nazionale reclama in primis un organo di vigilanza permanente che non permetta il superamento dei tetti di spesa, un documento affisso sulle bacheche di ciascuna classe che indichi i margini di costo dei libri e quanto realmente viene speso per essi. Inoltre, il Movimento chiede l’abolizione della cosiddetta pratica dei “testi consigliati”, che pur non essendo obbligatori costringono molti studenti a comprarli. “L’acquisto dei testi consigliati dovrebbe essere facoltativo e non obbligatorio. Bisogna porre rimedio all’emergenza del caro- scuola �“ chiosa l’esponente del movimento guidato da Antonello De Pierro �“ e sollecitare le istituzioni affinché evitino queste pesanti stangate per le famiglie, già gravemente impoverite dalla crisi che investe il nostro Paese”.

 

 

 

 

Ufficio Stampa Italia dei Diritti

Addetta Stampa

Sara Rotondi

Capo Ufficio Stampa

Fabio Bucciarelli         

Via Virginia Agnelli, 89 �“ 00151 Roma

Tel. 06-97606564; cell. 347-7463784

e-mail: italiadeidiritti@yahoo.it

sito webwww.italymedia.it/italiadeidiritti





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl