Via libera a retroattività Lodo Alfano, dura reazione di Girlando

Via libera a retroattività Lodo Alfano, dura reazione di Girlando COMUNICATO STAMPA Via libera a retroattività Lodo Alfano, dura reazione di Girlando Il responsabile per la Giustizia dell'Italia dei Diritti: "Condanniamo questo sopruso e se necessario, ci mobiliteremo in tanti per difendere la nostra Costituzione" Roma, 20 ottobre 2010 _" Dalla commissione Affari costituzionali del Senato è arrivato ieri il via libera all'emendamento del relatore Carlo Vizzini, che prevede la sospensione con deliberazione parlamentare dei procedimenti contro le alte cariche dello Stato anche per i fatti precedenti l'elezione.

20/ott/2010 17.59.06 Italia dei Diritti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

 

Via libera a retroattività Lodo Alfano, dura reazione di Girlando

 

 Il responsabile per la Giustizia dell’Italia dei Diritti: “Condanniamo questo sopruso e se necessario, ci mobiliteremo in tanti per difendere la nostra Costituzione”

 

Roma, 20 ottobre 2010 �“ Dalla commissione Affari costituzionali del Senato è arrivato ieri il via libera all’emendamento del relatore Carlo Vizzini, che prevede la sospensione con deliberazione parlamentare dei procedimenti contro le alte cariche dello Stato anche per i fatti precedenti l'elezione. Hanno votato a favore della retroattività del Lodo Alfano 13 senatori del PdL e Lega Nord, assieme al senatore finiano, Maurizio Saia. Dura la reazione dell’opposizione che per voce del segretario del PD, Pierluigi Bersani, definisce il provvedimento vergognoso e del leader dell’IdV, Antonio Di Pietro, che parla di caduta della democrazia e dello stato di diritto.

 

Nella stessa direzione di marcia è il commento rilasciato dal responsabile per la Giustizia dell’Italia dei Diritti, Giuliano Girlando: “Tolto il fatto che tale provvedimento è senza dubbio una forzatura della Costituzione italiana, si sta usando il Parlamento per evitare i processi al nostro presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Ma la questione ancor più grave è che approvando tale ridicolo emendamento �“ afferma l’esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro �“ non si fa altro che dimostrare chiaramente i capi di accusa imputati a Berlusconi prima dei suoi incarichi in politica”.

“Noi dell’Italia dei Diritti condanniamo tale sopruso �“ conclude perentorio Girlando �“ e se necessario, ci mobiliteremo in tanti per difendere la nostra Costituzione”.

 

Ufficio Stampa Italia dei Diritti

Addetti Stampa

Valentina Zavarella �“ Silvestro Bellobono

Capo Ufficio Stampa

Fabio Bucciarelli       

Via Virginia Agnelli, 89 �“ 00151 Roma

Tel. 06-97606564; cell. 347-7463784

e-mail: italiadeidiritti@yahoo.it

sito web www.italiadeidiritti.it

 



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl