Sintetica descrizione di alcuni interventi che, senza particolari impegni economici, potrebbero concorrere alla qualità e alla tutela del S.S.N.

Le discrezionali nomine degli alti dirigenti sulla

13/lug/2005 04.18.05 Luigi Sedita Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

1

Per la salvaguardia e la valorizzazione di un Servizio Sanitario Nazionale ancora universale, equo e solidale di Luigi Sedita - Sintetica descrizione di alcuni interventi che, senza particolari impegni economici, potrebbero concorrere alla qualità e alla tutela del S.S.N.  

L'elaborato è consultabile anche nel sito della Fabbrica del Programma del presidente Prodi 

http://www.lafabbricadelprogramma.it/cgi-bin/adon.cgi?act=tmpl&tmpl=contributi_ricerca

 cliccando su "leggi i contributi", area di interesse  "sanità " del 12 Luglio 2005.

Nella gestione del S.S.N. troppo spesso e diffusamente è stata privilegiata la discrezionalità ammantata da “aziendalizzazione” piuttosto che l’adozione di efficaci metodi di verifica e obiettivi parametri di merito e trasparenza. Le discrezionali nomine degli alti dirigenti sulla base dell’appartenenza politica troppe volte hanno demotivato gli operatori con effetti devastanti sulla qualità dei servizi erogati.

 

Trasparenza e responsabilizzazione

Bisogna ridare credibilità e trasparenza al sistema affrancando la dirigenza medica dalla dipendenza politica, bilanciare l’incontrastato potere discrezionale dei Direttori Generali delle ASL e nella scelta dei dirigenti ricorrere all’adozione di  precisi profili professionali, a necessari criteri di merito e a oggettivi parametri di valutazione.

Bisogna coinvolgere realmente i medici di famiglia nella gestione aziendale e nella elaborazione delle linee guida, raccordarli con gli specialisti tramite una rete informatica che ne agevoli la comunicazione e che renda più lineare il percorso diagnostico e terapeutico del malato, utilizzare per l’epidemiologia l’enorme bagaglio di dati informativi disponibili sugli assistiti.

 

Priorità della prevenzione

Bisogna considerare la prevenzione un obiettivo primario, investire su di essa valutandone la redditività sociale in termini di risparmio di spesa; sarebbe opportuno promuovere e consolidare migliori stili di vita anche con l’insegnamento dell’Educazione sanitaria nelle scuole, affidando la docenza ai medici.

 

Nuovi modelli assistenziali

L’ospedale  deve essere un luogo di cura altamente specialistico, bisogna creare, pertanto, strutture con servizi di livello e intensità assistenziale intermedi.

L’Ospedale di Comunità risponde in maniera precisa a questa esigenza. Infatti, rappresenta un’alternativa al ricovero ospedaliero classico per riacutizzazioni di patologie che non richiedono assistenza ad elevata complessità medico-specialistica; offre precisi percorsi assistenziali a pazienti con un bisogno di cure acute e postacute  di livello medio; assicura la continuità assistenziale alla dimissione ospedaliera degli anziani con problematiche riabilitative o sociosanitarie; può supplire alla mancanza di hospice e, infine, permette sicuri percorsi diagnostici e di monitoraggio a soggetti difficilmente gestibili a domicilio.

 

Appropriatezza delle richieste

Le richieste ingiustificate e inappropriate producono spreco di risorse e allungamento delle liste di attesa, è indispensabile, pertanto, responsabilizzare, coinvolgere e controllare i medici,  i veri ordinatori di spesa.   A tal fine sarà necessario che specifici organi di indirizzo, con il più ampio coinvolgimento possibile dei professionisti, elaborino linee guida e protocolli diagnostici e terapeutici  condivisi, basati  sulle prove di efficacia, anche a supporto dell’attività di verifica e controllo che i nuclei professionali dovranno svolgere.

 

Liste di attesa

Alla loro riduzione concorrono molteplici fattori del sistema: una piena e intensiva utilizzazione delle attrezzature, la preospedalizzazione, l’informatizzazione dei centri unici di prenotazione, il razionale utilizzo della produttività aggiuntiva e della libera attività intramoenia, … e infine, l’appropriatezza delle richieste diagnostiche e terapeutiche sulla base di reali esigenze di salute.

 

Informazione e aggiornamento

Lo Stato deve promuovere un’informazione scientifica realmente indipendente (informazione no profit) e un aggiornamento scollegato dall’industria farmaceutica.

 

Politica del farmaco

Il prontuario nazionale deve prevedere solo i farmaci riconosciuti realmente efficaci, prescritti per principio attivo e a un prezzo equo tale da remunerare la ricerca e non il comparaggio e  le clientele.

A parità di farmaci uguali per composizione bisogna rendere prescrivibile solo il farmaco meno costoso.

Sarà anche utile adeguare il confezionamento dei farmaci ai cicli di malattia, prevedendo meno compresse  nelle confezioni per le patologie acute e maggiori quantità per quelle croniche.

Bisogna abbreviare i tempi di autorizzazione alla commercializzazione dei generici, vietare il co-marketing,  abolire il certificato di protezione complementare, liberalizzare  l’esercizio di conduzione delle farmacie, garantendo la copertura delle zone disagiate.

 Revisione dei DRG

E’ necessario rivedere i DRG (elenco delle prestazioni e relative tariffe) per fare si che il privato convenzionato non eroghi solo prestazioni ad alto valore aggiunto, lasciando al pubblico solo quelle più complesse, costose e con minore profitto.

 

Iniquità dei ticket

I ticket sono particolarmente iniqui e vanno aboliti proprio perché imposti in occasione della malattia, il momento di maggior fragilità e debolezza della persona. Il consumismo sanitario non si combatte facendo ricadere sui malati il costo di una prescrizione che non hanno deciso, ma verificando l’appropriatezza delle prescrizioni mediche.

 

Luigi Dott. Sedita
Direttore ospedale di Comunità di Firenze 055 587744 - 0552758573 - 347 7118744
Autore di lavori e saggi su Medicina di Comunità e Organizzazione sanitaria.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl