Antiplagio e madonna Acerra su TGCOM

26/lug/2005 22.46.13 Telefono Antiplagio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Da TGCOM del 26/7/05
Acerra, esposto Telefono Antiplagio
Chiesta verifica miracolo della Madonna
Scatena polemiche il presunto miracolo di Acerra, dove una statua di gesso della Madonna, a detta di un nutrito numero di fedeli, si animerebbe. Il Telefono Antiplagio, associazione in difesa dei cittadini dai ciarlatani e truffatori, ha inviato alla Procura di Napoli, al vescovo di Acerra e ad altri organi religiosi la richiesta di verificare il miracolo e, eventualmente, smascherare e denunciare i truffatori.
"Il nostro Paese è stato già caratterizzato dalla presenza di simulacri mariani animati. A Roma, per esempio, nel 1796, durante l’occupazione francese, si sparse la voce che un numero impressionante di sculture erano state viste muovere gli occhi e perfino lacrimare (in piazza Argentina ce n'è una con la lapide): ma di quei 'prodigi' non è rimasto alcunchè", si legge tra l'altro nel comunicato dell'Associazione che prosegue così "I tentativi di dare vita alle statue sacre, così come farle lacrimare, vengono messi in atto, generalmente, da buontemponi o sedicenti veggenti e sensitivi, con l'ausilio di compari, per attirare il maggior numero di credenti nella zona in cui operano, incrementare il loro business e screditare la Chiesa cattolica e/o sostituirsi ad essa. Trovare testimoni ad un evento cosiddetto soprannaturale è più semplice di quanto si possa pensare: lo ha dimostrato il nostro presidente Alfredo Barrago, illusionista, quando, davanti alle telecamere di Canale 5, alcune persone hanno affermato di aver visto piangere nuovamente la statua della madonnina di Pantano".
Da qui la richiesta di Telefono Antiplagio "di accertare se i fatti accaduti nella chiesa di san Pietro ad Acerra siano ampiamente documentati. In caso contrario, di verificare se siano rubricabili, per opera di ignoti, ipotesi di reato, quali: abuso della credulità popolare, truffa, circonvenzione d'incapace ecc".
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl