Rincaro trasporti per fasce deboli a Parma, la rabbia di Leporati

15/feb/2011 19.25.26 Italia dei Diritti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


COMUNICATO STAMPA

 

 

Rincaro trasporti per fasce deboli a Parma, la rabbia di Leporati

 

Il viceresponsabile per i Trasporti dell’Italia dei Diritti: “L’abbonamento ridotto deve essere attivo sia per i pensionati sia per i disabili e gli invalidi, senza alcuna specificazione relativa al reddito”

 

Roma, 15 febbraio 2011 - “Non si capisce perché l’amministrazione parmigiana abbia voluto adottare una politica di questo tipo tramite l’assessorato del welfare, mentre l’assessore ai disabili ha utilizzato un altro metro di giudizio senza consultare, probabilmente, il suo collega. Non si possono e non si devono colpire le categorie di persone non autosufficienti o con problemi di inabilità”. Così Paolo Leporati, viceresponsabile per i Trasporti dell’Italia dei Diritti, riflette sulla delibera 29/3 del Comune di Parma che prevede rincari sull’abbonamento del trasporto pubblico per gli invalidi e i disabili che superano la soglia di reddito, pari a 14.000 euro per i single e 27.000 euro per le persone sposate.

 

“Ritengo che sia indispensabile tutelare prima di tutto le fasce più deboli - afferma risolutamente l’esponente del movimento guidato da Antonello De Pierro -. Il Governo taglia i fondi e loro se la prendono con chi è già in difficoltà. L’abbonamento ridotto deve essere attivo sia per i pensionati sia per i disabili e gli invalidi, senza alcuna specificazione relativa al reddito. Con l’aumento della manovra tariffaria a Parma, anziché un miglioramento, si avrà una drastica riduzione del servizio di trasporto pubblico. In breve, si incrementa il prezzo del biglietto, ma il servizio continua a peggiorare”.

 

 

Ufficio Stampa Italia dei Diritti

Addetti Stampa

Gaetano Pepe �“ Valentina Zavarella

Capo Ufficio Stampa

Fabio Bucciarelli       

Via Virginia Agnelli, 89 �“ 00151 Roma

Tel. 06 65494632 - 06 97606564; Cell. 347 7463784

e-mail: italiadeidiritti@yahoo.it

sito web: www.italiadeidiritti.it



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl