Mediaconciliazione

09/mar/2011 10.31.44 Callo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Con la conversione in legge del decreto legislativo 28/2010 il sistema giudiziario italiano in materia civile ha subito un forte cambiamento.

Dal 21 marzo 2011 sarà infatti obbligatoria la mediaconciliazione e cioè sarà obbligatorio esperire un tentativo di conciliazione con la nostra controparte prima di poter esperire l'azione giudiziaria.

Le materie civili in cui si applicherà la media conciliazione sono praticamente tutte a parte le ingiunzioni per recupero crediti, la materia condominiale ed il risarcimento dei danni  ed indennizzo per la circolazione stradale, per intenderci le controversie sugli incidenti stradali, sia per quanto riguarda i danni materiali sia le lesioni fisiche.

Ricomprese anche quindi le controversie in materia di responsabilità medica cioè di risarcimento per danni estetici subiti durante interventi di chirurgia plastica.

La nuova figura del mediatore prenderà quindi il posto dell'attuale giudice in un processo, la mediazione si terrà presso un organismo autorizzato dal ministero della giustizia e dovrà esaurirsi entro 40 giorni.

Se la mediazione andrà a buon fine le parti saranno vincolate al patto conseguito, altrimenti potranno poi rivolgersi ad un giudice per far valere le proprie ragioni.

La figura dell'avvocato e del consulente legale quindi saranno da questa legge molto ridimensionate anche se attualmente tale legge è molto ostacolata dall'ordine forense e dalle associazioni dei consumatori, sorridono invece le assicurazioni che grazie a questa norma risparmieranno molto sulle spese legali.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl