La Finanziaria vuole la morte della cultura - Orchestra del Maggio di Firenze

La Finanziaria vuole la morte della cultura - Orchestra del Maggio di Firenze

02/ott/2005 05.33.54 Luigi Sedita Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Finanziaria "inter lacrymas et luctum".

"La Finanziaria vuole la morte della cultura", questo è il messaggio che ieri sera (sabato I° ottobre 2005) per tutta la durata del concerto e' stato proiettato sul frontespizio del palcoscenico del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino.

Nella storia del teatro non si ricorda uan analoga iniziativa se non per la guerra in Iraq.

Prima dell'inizio del concerto un professore d'orchestra a nome di tutte le rappresentanze sindacali ha esposto il motivo della inconsueta protesta: i tagli al fondo nazionale dello spettacolo, decisi dalla finanziaria, molto probabilmente  determineranno la sospensione delle attivita' del teatro.

La contestazione continuera' domani, domenica 2 Ottobre: nessuno parlera' e riferendosi alla probabile sospensione delle attivita' sara' proiettato il messaggio: "Ammutoliti per i tagli della finanziaria alla cultura".

Per la cronaca, ieri sera alla direzione dell'Orchestra c'era Carlo Ponti Jr. presenti la mamma, Sofia Loren, il padre, Carlo Ponti e la cugina (?), on. Alessandra Mussolini, che si e' unita al lungo applauso di solidarieta' che il pubblico ha indirizzato all'orchestra.

Fra i brani eseguiti la quarta sinfonia di Chajkovskij,  o del Fato, composta "inter lacrymas et luctum" ... come la Finanziaria del Governo di centrodestra.

Luigi Sedita per Impegno Democratico - Firenze

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl