Il risarcimento del danno biologico

Tuttavia vi sono alcuni casi in cui essa non è tenuta a rispondere, ed il più noto è quello in cui il veicolo sia condotto da un terzo senza l'autorizzazione del proprietario, sia pertanto rubato.

29/apr/2011 12.06.05 MG Web Solutions Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Per danno biologico si intende un trauma subito a livello psichico o fisico a causa di qualcun altro che abbia leso l'integrità fisica del danneggiato. Essendo l'integrità fisica un importante diritto tutelato dalla Costituzione, colui che lo arreca è tenuto a corrispondere una somma di denaro a titolo di risarcimento al danneggiato. In caso di incidente stradale il risarcimento danno biologico spetta alla compagnia presso il quale è assicurato il fautore del danno. Tuttavia vi sono alcuni casi in cui essa non è tenuta a rispondere, ed il più noto è quello in cui il veicolo sia condotto da un terzo senza l'autorizzazione del proprietario, sia pertanto rubato. Nel caso invece l'autore del sinistro non sia identificabile, o il sinistro sia stato causato indirettamente da parti di un veicolo ignoto, non si potrà chiedere il risarcimento ad un'assicurazione appunto perchè non si conosce l'identità del danneggiante. In questi casi la denuncia incidente stradale va fatta contro ignoti e al risarcimento dei danni provvederà un ente terzo: il fondo di garanzia vittime della strada. Esso è stato istituito dall'associazione delle assicurazioni italiane e garantisce il risarcimento dei danni biologici nella loro interezza così come per i danni materiali, quindi alle cose, sebbene in questo caso vi sia una franchigia di 500 euro, predisposta come barriera alle richieste di risarcimento per incidenti di modesta rilevanza e risolvibili in altre maniere.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl