PESARO: Nuovo intervento nelle aree del Miralfiore! 

Durante l'inverno è stato fatto un intervento nel parcheggio che si trova proprio all'entrata del parco Miralfiore, in quell' occasione i volontari hanno rimosso tre sacchi grandi pieni di cartacce, molte bottiglie di vetro, scarpe stracci ecc.

Persone Renata Aiudi, Durante, Felicita
Luoghi Italy, Pesaro
Argomenti music

03/giu/2011 20.10.46 "Amici di L. Ron Hubbard" Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Riprendono gli interventi estivi di pulizia ad opera dei volontari dell’Associazione “Amici di L. Ron Hubbard”. Lunedì mattina 6 giugno prossimo, alle ore 10:30,  i volontari armati di guanti, sacchi e pinze saranno presenti per una pulizia straordinaria al Parco Miralfiore di Pesaro. L’intervento prevede anche un eventuale rimozione di siringhe. Questa attività è  parte di un più ampio spettro d’ iniziative, rivolte alla cura dell’ambiente, e della comunità, che i volontari dell’associazione conducono ormai da anni nelle maggiori città  italiane.

Durante l’inverno è stato fatto un intervento nel parcheggio che si trova proprio all’entrata del parco  Miralfiore, in quell’ occasione i volontari hanno rimosso  tre sacchi grandi pieni di cartacce, molte bottiglie di vetro, scarpe stracci ecc.

Questo parco è uno dei più belli nelle Marche sia per le sua mastodontica dimensione, che per l’organizzazione; infatti al suo interno si trova uno spazio attrezzato per i bambini, un ristoro dove le persone possono pranzare ed organizzare feste. Nel parco si trovano piante rare, animali e quantità di verde interminabile per godersi la pace che sprigiona questa oasi rara.

Nelle bellissime città  marchigiane, l’arrivo della stagione estiva porta una maggiore frequenza dei parchi, e a volte, l’educazione e la cura  per ambiente non è prioritaria nella moltitudine di persone che frequentano quelle zone. Durante gli interventi - bottiglie di vetro rotte ed abbandonate, siringhe, lattine, materiale plastico e cartacce - saranno l’obiettivo dei volontari. Questi rifiuti, anche se non abbandonati intenzionalmente, possono rappresentare un rischio sopratutto per i bambini che giocando liberamente possono ferirsi accidentalmente. 

Non secondario per importanza, un’adeguata cura del sottobosco può anche proteggere maggiormente dal rischio di incendi che ogni estate in Italia distruggono ettari ed ettari di boschi creando enormi danni all’eco equilibrio della natura e costi enormi per far fronte alle conseguenze. 

Durante l’attività  saranno distribuiti dei volantini informativi che oltre all’invito a prendersi più  cura dell’ambiente, daranno a chiunque la possibilità  di segnalare zone che necessitano di speciali interventi da parte dei volontari.

Non e’ necessario aumentare la sporcizia che inquina la terra e le falde acquifere, ne aumentare i pericoli d’incendio nelle boscaglie, anzi nel tempo libero si può fare qualcosa.” Scrive  il filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard nel suo codice morale laico “La Via della Felicita’”. “Ci sono molte cose che le persone possono fare per aiutare a prendersi cura del pianeta. S’ inizia con l’impegno personale. Si prosegue suggerendo agli altri di fare altrettanto.”

E questo è l’invito che i volontari vogliono rivolgere ai cittadini sia dando il buon esempio, sia invitando chiunque a segnalare le aree che possono essere ripulite.

 

 

Per info:

Renata Aiudi  335 7864031

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl