Dianetics e un nuovo punto di vista 

05/lug/2011 21.26.07 "Amici di L. Ron Hubbard" Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Era maggio del 1950 quando “L. Ron Hubbard” pubblicò il libro Dianetics: la forza del pensiero sul corpo,  il quale  proclamava apertamente che l’intelligenza poteva cambiare e soprattutto che poteva essere migliorata grazie alle tecniche facilmente apprendibili di Dianetics.

Inoltre (e questo era particolarmente sconcertante), poteva essere migliorata fino a superare i limiti normalmente immaginabili. 

La chiave che sbloccava la capacità di raziocinio fu la scoperta dell’engram, della mente reattiva e delle metodologie di Dianetics. Nell’estate del 1950, la Fondazione Hubbard verificò e misurò i progressi intellettivi in relazione all’auditing (procedure di Dianetics applicate su una persona da una persona addestrato). I risultati furono a dir poco sorprendenti. Migliaia di testimonianze confermarono i progressi rilevati, e la conseguente diffusione della notizia sbriciolò la teoria secondo cui l’uomo era nato dal fango.

Il pensiero comune relativamente a tale argomento cambiò così rapidamente e drasticamente, che persino il settore della salute mentale, pur essendo profondamente influenzato dalla teoria genetica, accettò l’idea che l’intelligenza potesse essere migliorata.

Il fatto che la rivoluzionaria scoperta di L. Ron Hubbard si fosse largamente diffusa nella società generò delle controversie. Molti tentarono invano di portare prove a sostegno della teoria per cui l’intelligenza era ereditaria e immutabile. 

Per avere un tuo punto di vista visita il sito: www.dianetics.org e troverai le risposte che stavi aspettando da tempo!

 Per info: Aiudi Renata   335 7864031

05 luglio 2011

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl