Antiplagio news tetra pak - USA: la sostanza nel tetrapak del latte Nestle' per bambini e' nociva

30/nov/2005 13.17.17 Telefono Antiplagio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
TELEFONO ANTIPLAGIO 3388385999
Comitato italiano di volontariato in difesa delle vittime di ciarlatani e santoni e contro gli abusi nelle telecomunicazioni e nei confronti dei minori

 COMUNICATO STAMPA Dirigenti di multinazionali, uomini politici ed esperti della salute, tra cui l’Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) e l'Istituto Superiore di Sanita' hanno affermato che l'Itx, la sostanza brevettata dalla General Electric che il Corpo Forestale dello Stato ha trovato nel latte per neonati Nestle', in quantita' pari a 250 microgrammi per litro, penetrata attraverso i contenitori Tetra Pak, non costituisce un rischio per la salute dei bambini. Alla nostra associazione e' stato segnalato invece che l’agenzia governativa USA di protezione ambientale E.P.A. (Enviromental Protection Agency), nella pubblicazione 'Human Health and Ecological Hazard Results', in particolare alla tabella 3-B.4 (Environmental Hazard Ranking of Flexographic Ink Chemical), elenca una serie di sostanze chimiche, tra cui l'Itx: alla voce 2-isopropyl thioxanthone (Itx) dice che il 'Lowest chronic value' (il valore cronico piu' basso) e' 0,004 mg/L, che corrisponde a 4 microgrammi per litro; alla voce 4-isopropyl thioxanthone (Itx) e' 0,030mg/L, ovvero 30 microgrammi. Il rischio (hazard rank) e' evidenziato con la lettera H, che significa alto (High). Per approfondire invitiamo ad entrare nel sito: www.epa.gov/dfe/pubs/flexo/ctsa/App3-b.pdf . E' molto improbabile che in Italia e in Europa 250 microgrammi siano innocui, mentre negli Stati Uniti valori che oscillano tra 4 a 30 microgrammi rappresentino un rischio elevato. In realta' l'Itx, secondo la rivista americana 'Pesticide and toxic chemical news', puo' provocare irritazioni alla pelle, macchie e arrossamenti; quindi non si puo' escludere a priori che tali danni colpiscano anche chi la ingerisce. Telefono Antiplagio chiede urgentemente al signor Ministro della Salute che vengano fatti gli opportuni confronti e controlli, per mettere i cittadini nelle condizioni di essere informati e tutelati.  Ufficio Stampa Antiplagio 3388385999 www.antiplagio.org - www.antiplagio.it Prof. Giovanni Panunzio, coord. naz. Cagliari 30/11/05  
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl