Il mercato immobiliare e le risorse della Rete

03/set/2011 13.55.14 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Le ultime rilevazioni statistiche targate luglio 2011 non lasciano dubbi: i canoni d’affitto non accennano a sgonfiarsi, anzi. Nei primi sei mesi di quest’anno si è verificato un vero e proprio crescendo, capitanato dagli affitti della capitale, seguiti da quelli del capoluogo meneghino e poi, a ruota, dalle stanze e appartamenti della città della Mole. Insomma, abitare a Roma, Milano e Torino costa davvero salato e la tendenza al rialzo di almeno 1 punto e mezzo percentuale rispetto a un anno fa galoppa al passo della crisi finanziaria.

Come muoversi a fronte di queste certezze – l’aumento dei prezzi – ma immersi in un mare di incertezze quotidiane con cui fare letteralmente i conti? Sul fronte affitti, ci si può orientare nelle bacheche di annunci online, combinando fra loro vari parametri messi a disposizione dai portali: oltre al numero dei locali, arredati oppure no, una discriminante utile nella scelta potrebbe essere la presenza o meno di riscaldamento autonomo, di acqua calda autonoma, di un garage, di una lavanderia, ecc. Prendendo come esempio la città di Milano, se si digita su un motore di ricerca “casa Milano affitto” o anche “appartamenti Milano vendita” si troveranno nei siti specializzati diversi elementi specifici per farsi un’idea più generale della situazione.

Questi portali infatti offrono la possibilità di selezionare opzioni sempre più dettagliate e ad hoc nella ricerca di stanze/appartamenti, di modo che l’incontro fra domanda e offerta sia sempre più mirato e soddisfacente. Inoltre, molte sono le pagine web di annunci immobiliari collegate ai social network più famosi, a garanzia di una comunicazione costante, facilmente gestibile e reciproca con tutti i propri utenti. 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl