Signor Presidente Monti: contro la crisi equità e sviluppo

Equità è una delle parole che ricorre maggiormente nei suoi discorsi, Signor Presidente del Consiglio, fin dal suo recente insediamento; è una parola che non ci piace moltissimo a noi del dipartimento sicurezza italia garantista perché la Polizia che che lavora in condizioni disumane e senza risorse umani, vi voglio solo ricordare che sono lavoratori,sono cittadini responsabili che amano il proprio Paese e sanno che si può uscire da questo momento di crisi solo se tutti contribuiremo, ciascuno secondo le proprie possibilità: riteniamo positive le sue dichiarazioni in merito.

Persone Penitanziaria, Domenico Marigliano, Monti
Luoghi Italia
Organizzazioni Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato
Argomenti economia, lavoro, politica, commercio, finanza

23/dic/2011 00.16.38 Commissario Nazionale Dipartimento Sicurezza Itali Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Equità è una delle parole che ricorre maggiormente nei suoi discorsi, Signor Presidente del Consiglio, fin dal suo recente insediamento; è una parola che non ci piace moltissimo a noi del dipartimento sicurezza italia garantista perché la Polizia che che lavora in condizioni disumane e senza risorse umani, vi voglio solo ricordare che sono lavoratori ,sono cittadini responsabili che amano il proprio Paese e sanno che si può uscire da questo momento di crisi solo se tutti contribuiremo, ciascuno secondo le proprie possibilità: riteniamo positive le sue dichiarazioni in merito.

Insieme alla Confederazione abbiamo però detto in tutte le sedi deputate comprese le piazze e con tutti i mezzi, sciopero compreso che i dipendenti pubblici sono senz’altro la categoria maggiormente colpita negli ultimi tre anni dalle varie manovre e quindi ripetiamo ora, chiaro e forte, che non potremo accettare che dal Consiglio dei Ministri esca nessuna ulteriore misura che prenda di mira le nostre retribuzioni né le nostre pensioni perché abbiamo già ampiamente dato.

Come noto equità significa infatti distribuire i sacrifici in maniera proporzionale e, perciò, ci aspettiamo che finalmente avvenga che chi più ha più da: in particolare vanno eliminate tutte le situazioni di ingiustificato privilegio di cui godono alcune categorie anche sul piano previdenziale; vanno contrastate con maggior efficacia evasione ed elusione fiscale e vanno abbattuti i costi impropri della politica, tagliando i quali si possono ricavare fino a dieci miliardi all’anno.

Si può introdurre una patrimoniale se permetterà di ridurre le imposte sugli stipendi, magari partendo proprio con una riduzione della tassazione sulla tredicesima mensilità, che potrebbe diventare strutturale e che, facendo aumentare le disponibilità economiche delle famiglie dei lavoratori, darebbe un consistente impulso ai consumi interni.

E’ ovvio infatti che le aziende italiane non possono solo esportare e che la loro situazione migliorerà se potranno vendere più prodotti e più servizi sul mercato nazionale, con ricadute positive che interesseranno anche il commercio ed ovviamente l’occupazione, facendo quindi ripartire l’economia ed evitando la recessione, che rappresenta un rischio ancora maggiore del debito pubblico: la vera sfida oggi è la crescita, ma dobbiamo ottenerla con misure realmente eque, possibilmente anche dando ai lavoratori in divisa qualche segnale che vada nella direzione di quel riconoscimento di specificità di cui troppo si è sempre solo parlato e di cui nulla sinora si è mai visto.

I diritti nella crisi o diritti in crisi? – Quali le prospettive future per gli operatori della Polizia di Stato"

.

La crisi non deve assolutamente divenire un pretesto per avallare una pericolosa equazione: ‘Non ci sono soldi, non ci sono diritti!’", con questa citazione si sottolinea la tendenza all’affermarsi di questa pericolosa uguaglianza. La crisi per per il dipartimento sicurezza italia garantista non è soltanto economica, ma è soprattutto etica. "Siamo sicuri che la crisi si vinca principalmente con il rispetto dei lavoratori, degli operatori della Sicurezza e dei loro diritti che generano le certezze necessarie al rilancio economico anche del nostro paese".

"Appare improcrastinabile normare una criterialità oggettiva da applicare a tutti i trasferimenti interni del personale della Polizia di Stato Polizia Penitenziaria Carabinieri, Plizia Forestale, Guardia di Finanza e di conseguenza anche per quelli su tutto il territorio nazionale. Mai come in un momento di crisi come questo, l’efficacia e l’efficienza si devono necessariamente coniugare con l’economicità delle scelte dell’Amministrazione, e, la maggiore valorizzazione delle competenze, delle esperienze, e dei titoli degli Operatori della Sicurezza, quali presupposti essenziali per le future assegnazioni, favorendo l’amministrazione del buon governo e la maggiore gratificazione professionale dei poliziotti". "Dopo ogni crisi vi è sempre un boom economico e la storia lo insegna, ma il rinnovamento deve necessariamente partire dalla base. Attendiamo da anni le riforme auspicate, come attendiamo l’implementazione delle risorse umane promesse per ogni corpo di polizia,per questo noi di ITALIA GARANTISTA e il sottoscritto Domenico Marigliano qualita' di Commissario Nazionale del Dipartimento Sicurezza e come assistente capo della Polizia Penitanziaria,spero che insieme a tutti i componenti di qualsiasi divisa che con il loro lavoro cercano di far rispettare le leggi e le regole con professionalita',il nostro impegno e' tanto e che non vogliamo e non possiamo essere semplici spettatori perché la Sicurezza partecipata ha bisogno di tutti noi! Speriamo che il nascente Governo Tecnico possa e sappia fare le scelte coraggiose alla quali la Politica si è evidentemente sottratta per troppo tempo. La Polizia di Stato, che ha declinato magnificamente il ruolo primario nella costruzione della sicurezza, deve prepararsi alle sfide future valorizzando e motivando al meglio le donne e gli uomini che la compongono".

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl