DOCUMENTAZIONI INEDITE….”Un’industria di morte”

23/dic/2011 21.07.03 "Amici di L. Ron Hubbard" Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

I volontari “Amici di L. Ron Hubbard”, da anni attivi nella difesa dei diritti umani,
 hanno deciso di informare la comunità di Rimini riguardo ad alcune atrocità psichiatriche esistenti in questa società.
L'iniziatia di sensibilizzazione si terrà mercoledì 28 dicembre a Rimini e continuerà giovedì 29 dicembre a Riccione.La campagna informativa verrà realizzata con la consegna gratuita del DVD Psichiatria: un’industria di morte.
>Attraverso rari spezzoni di filmati, interviste storiche e contemporanee a più di 160 medici, avvocati, educatori, sopravvissuti ed esperti dell’industria della salute mentale e dei suoi abusi, questo avvincente documentario fa ardere la brillante luce della verità sulla brutale pseudoscienza e sulla multi miliardaria frode che è la psichiatria.
> L’opuscolo che accompagna il DVD contiene più di 150 foto e grafici che tracciano la storia della psichiatria dalle sue macabre origini nel diciottesimo secolo ad oggi, dove 100.000 pazienti muoiono ogni anno in istituzioni psichiatriche e 20 milioni di bambini sono sottoposti a trattamento con farmaci potenzialmente letali che alterano lo stato mentale.
>Pensiamo che ogniuno abbia il diritto di conoscere gli agghiaccianti fatti circa la psichiatria, le sue pratiche e la minaccia che costituisce per i nostri bambini.
> Il documentario è ricco di documentazioni inedite sulle atrocità commesse nell'ambito della psichiatria istituzionale, dagli albori ai giorni nostri, mettendo così in luce "orrori ed errori" della pratica psichiatrica, ponendoli a confronto con la tutela ed il rispetto dei diritti e della dignità
dell'essere umano.
> Questa è la testimonianza di una persona che ha visto il documentario:“Sebbene il tono del messaggio di questo documentario sia piuttosto forte, sarebbe irragionevole non condividere i punti principali sollevati dagli esperti intervistati. Purtroppo tutti noi sappiamo che gli psicofarmaci possono soltanto, nella migliore delle ipotesi, sopprimere un po’ i sintomi, ma non
fanno molto per aiutare l’individuo a recuperare autostima, amor proprio, padronanza personale e ad avere più fiducia in se stessi e nel prossimo.”
>
> Per info:
> Aiudi Renata 335 7864031
> 23 dicembre 2011
>

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl