quando non ci sono diretti interessi personali, le idee sono meno chiare...

Mosca, 16 ottobre: credo che in Iraq non ci siano ormai più armi di

24/mar/2003 04.36.53 Luigi Sedita Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

LA FERMA E DECISA POSIZIONE DEL PREMIER BERLUSCONI SULLA GUERRA

  quando non ci sono diretti interessi personali, le idee sono meno chiare...

Mosca, 16 ottobre: credo che in Iraq non ci siano ormai più armi di distruzione di massa perché c'è stato tempo per la loro eliminazione o riallocazione. 
Mosca, 16 ottobre: nessuno può porsi come obiettivo il travolgimento di un regime: il diritto internazionale non lo consente. 
Lisbona, 17 ottobre: non ho cambiato posizione: con Blair resto il più vicino alleato di Bush. 
Roma, 7 novembre: sulla guerra non posso che nutrire gli stessi sentimenti di Chirac. 
Roma, 13 novembre: esprimo la personale soddisfazione perché sono stato unico tra i premier ad avere espresso il convincimento che Saddam Hussein avrebbe accettato la risoluzione dell'ONU. 
Praga, 21 novembre: se si andrà ad una azione militare contro l'Iraq, si tratterà di un'azione comune, di un'azione multilaterale. 
Roma, 30 dicembre: gli Stati Uniti hanno garantito che non daranno luogo a nessuna azione armata, se non nell'ambito delle Nazioni Unite. 
Roma, 19 gennaio:
è necessario dare agli ispettori il tempo che loro stessi riterranno necessario per concludere il loro lavoro. 
Roma, 23 gennaio: sappiamo che ci sono ulteriori prove certe, su cui siamo tenuti alla riservatezza, sulle armi di Saddam Hussein. 
Roma, 24 gennaio: ho convenuto con il Primo ministro spagnolo Aznar sull'assoluta inutilità di una riunione dei Capi di Stato e di Governo europei (che si sarebbe tenuta con successo pochi giorni dopo). 
Roma, 1 febbraio: nessuno ritiene che un'organizzazione così diffusa nel mondo come Al Qaeda possa riuscire ad essere così organizzata senza il supporto di uno Stato; si ha ragione di ritenere che questo Stato sia l'Iraq. 
Mosca, 3 febbraio: una seconda risoluzione delle Nazioni Unite è non necessaria; tuttavia, anche per chi dovrà intervenire in guerra, sarebbe opportuna per dare legittimità all'azione. 
Roma, 5 febbraio: un intervento militare in Iraq, per avere piena legittimità, richiederebbe una nuova risoluzione del Consiglio di sicurezza dell'ONU. 
Roma, 7 febbraio: se non ci sarà la seconda risoluzione, avremo, oltre al danno della guerra, tre danni ancora peggiori: l'ONU perderebbe la credibilità come istituzione capace di garantire la pace e la sicurezza nel mondo, avremo la sparizione di fatto dell'ONU, avremo un tracollo nella NATO tra l'Europa e gli Stati Uniti, avremo una divisione all'interno della stessa Europa. 
Modena, 9 febbraio: se fossero solo gli Stati Uniti ad aprire il conflitto con l'Iraq, ci sarebbero risultati catastrofici per l'Europa. 
Roma, 28 febbraio: l'azione militare di un paese al di fuori dell'ONU rappresenterebbe un fatto nefasto; non credo che nessuno si caricherà di una responsabilità così grave. 
Roma, 12 marzo, dopo le dichiarazioni del ministro Martino sulla sua propensione personale ad andare in guerra: quella è una sua convinzione personale; io non sono un tecnico, non sono un tuttologo, non bisogna porre a me la richiesta su cose che non conosco; Martino, facendo il ministro della difesa, è anche un tecnico ed avrà riferito voci che ha sentito.

 

Lista di paesi bombardati dagli USA dopo la seconda Guerra Mondiale. 

Cina: 1945-46  Corea: 1950-53  Cina: 1950-53   Guatemala: 1954    Indonesia: 1958    Cuba: 1959-60   

Guatemala: 1960    Congo: 1964   Perù: 1965 Laos: 1964-73   Vietnam: 1961-73   Cambogia: 1969-70   Guatemala: 1967-69   Granada: 1983    Libia: 1986   El Salvador: 1980   Nicaragua: 1980  Panama: 1989 Irak: 1991-99  Soudan: 1998  Afghanistan: 1998  Yugoslavia: 1999 

In quanti di questi stati i bombardamenti hanno fatto sorgere un governo democratico e rispettoso dei Diritti dell'Uomo?

 

----
Prendi GRATIS l'email universale che... risparmia: clicca qui

Sponsor:
Prova la convenienza di eBay: migliaia di articoli a prezzi senza confronto.

Clicca qui

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl