L'INFORMAZIONE, PER UN'ADEGUATA PREVENZIONE, RIMANE COMUNQUE L' ARMA PRINCIPALE PER CREARE UN MONDO LIBERO DALLA DROGA.

03/gen/2012 19.58.47 Chiesa di Scientology di Padova Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Leggiamo in questi giorni, nei media locali, alcuni dati molto rassicuranti dal punto di vista controlli e sicurezza; e in relazione alla droga “… i numeri riportano quasi tre tonnellate di droga sequestrata con 282 arresti per spaccio”. Questi dati sono molto rassicuranti. Dall’altra parte però troviamo tante storie di giovani che ovviamente fanno uso di droga tutti i giorni e che sfiorano la morte solamente per una dose.

Non da meno è l’alcol, l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) classifica l’alcol fra le droghe.

E nell’introduzione della RELAZIONE DELLA COMMISSIONE EUROPEA del 2011 sulla valutazione del funzionamento della decisione 2005/387/GAI del Consiglio relativa

allo scambio di informazioni, alla valutazione dei rischi e al controllo delle nuove

sostanze psicoattive troviamo: “E’ a un ritmo senza precedenti che stanno diventando ampiamente disponibili nuove sostanze psicoattive. Secondo una relazione del 2010 di Europol e dell'Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (OEDT), la loro velocità di comparsa e le loro modalità di distribuzione mettono a dura prova le vigenti procedure di monitoraggio, contrasto e controllo del loro uso.”

In relazione alle nuove sostanze psicoattive lo stesso documento cita:

Negli ultimi cinque anni, gli Stati membri hanno notificato 115 sostanze psicoattive

attraverso il meccanismo di scambio di informazioni introdotto dalla decisione del Consiglio.

Se nel periodo 2005-2008 il numero di nuove sostanze notificate si assestava sulle 10-15

all'anno, dal 2009 si è registrato invece un considerevole aumento.”

Mentre “Le droghe illecite costituiscono una grave minaccia per la salute e la sicurezza delle

persone e delle società nell’UE. In Europa il fenomeno della droga è in continua evoluzione:

nuove sostanze psicoattive appaiono sul mercato a un ritmo che non ha precedenti e i

trafficanti modificano di continuo le rotte e i metodi di contrabbando o di riciclaggio di

denaro.

Il fenomeno della droga colpisce in particolare i giovani. L'abuso di sostanze stupefacenti è

una delle principali cause di malattie ed una delle più importanti cause di morte evitabile tra i

giovani europei. Stando alla relazione Eurobarometro 2011 sul rapporto tra i giovani e gli

stupefacenti, dal titolo “Youth attitudes on Drugs”, i giovani possono procurarsi facilmente,

nel giro di ventiquattro ore, anche le sostanze più nocive. Secondo le statistiche, in Europa

una persona muore per overdose ogni ora. L’uso di Internet per la vendita di nuove droghe e

il rapido scambio di informazioni al riguardo attraverso i social network costituiscono nuovi

ostacoli all'attuazione delle esistenti politiche di controllo in materia di stupefacenti e dei

tradizionali metodi di prevenzione.”

Ovviamente di fronte a questa realtà, al di là delle leggi fatte su misura e la giustizia che
certamente interverrà con nuove normative, la stessa sostiene:

“… la Commissione invita gli Stati membri a intensificare il lavoro di miglioramento dell'efficacia
dei programmi di informazione e di prevenzione in materia di droga, che devono tenere conto della crescente popolarità delle nuove sostanze psicoattive.”
Di fronte a tale fenomeno governi, polizia, scuole, educatori, famiglie e associazioni operano come veicoli di prevenzione; chi con l’informazione, chi con l’esempio pratico, chi con testimonianze, ecc.. ma al di là del mezzo, lavorano tutti uniti dallo scopo di rendere reale ai giovani come la droga può distruggere la loro vita.
"Di fronte a tale fenomeno è incoraggiante osservare che vi sono attività svolte a livello internazionale,
a sostegno dei giovani, come i programmi sociali dalla Chiesa di Scientology, la quale patrocina una campagna non governativa, di informazione e prevenzione antidroga, definita come la più grande sulla Terra. - sostiene Ettore Botter portavoce dell'associazione Dico No Alla Droga Padova - Da indagini statistiche, risulta che abbia impedito
a circa 500.000 giovani l’uso ricreativo di droghe … o peggio. La Chiesa di Scientology ha creato delle pubblicazioni ( che non contengono né propugnano alcuna credenza di Scientology) che forniscono gratuitamente a gruppi anti-droga affini, istituzioni governative, gruppi sociali e alle scuole".
Questo video http://www.scientology.it/activity/anti-drug/anti-drug.html mostra cosa possono causare migliaia ore di volontariato attraverso un'attività di questo tipo, ispirate dalle scoperte dell’umanitario L. Ron Hubbard.



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl