PADOVA: DISTRIBUITE CENTINAIA DI COPIE DE “LA VIA DELLA FELICITA’ ” NELLA GIORNATA DELL’EPIFANIA

PADOVA: DISTRIBUITE CENTINAIA DI COPIE DE "LA VIA DELLA FELICITÀ " NELLA GIORNATA DELL'EPIFANIA.

Persone Ron Hubbard
Luoghi Padova, Prato, Departamento de Valle
Argomenti editoria, folclore, abbigliamento, strada

10/gen/2012 22.14.37 Chiesa di Scientology di Padova Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Tanti Bambini, musica, tanti dolcetti ed il fantastico falò "Brusa la vecia" sono state le note dominanti del pomeriggio con la Befana a Prato della Valle che chiude la rassegna di Natale cittadina. Nella storia troviamo diversi aspetti e simboli che rappresentano la Befana; questa vecchia signora che vola su una scopa con una grande borsa, portando nelle case dei bambini tanti dolcetti, regali per i bambini meritevoli, ma anche di carbone per i bambini che non sono stati buoni durante l'anno.

Nella simbologia si ritiene che l'aspetto da vecchia rappresenterebbe l'anno vecchio, che una volta concluso, si può bruciare così come accadeva in molti paesi europei, dove esisteva la tradizione di bruciare fantocci, con indosso abiti logori. Nella tradizione pagana il tutt era collegato a tradizioni agrarie relative all'anno trascorso, ormai pronto per rinascere come anno nuovo.

Ma i tempi sono cambiati e le persone hanno bisogno di un po’ più di speranza.

E per augurare un anno nuovo pieno di prosperità, pace e felicità, in questa occasione i volontari della Chiesa di Scientology hanno distribuito centinaia di copie de “La via della felicità”, guida al senso comune (scritta da L. Ron Hubbard) che ha lo scopo di fornire i margini di una strada che conduce ad una vita migliore, più felice e ricca di attività degne di essere svolte.

“A volte ci si può sentire come foglie trascinate dal vento lungo una strada sporca, ci si può sentire come un granello di sabbia in trappola. Ma nessuno ha mai detto che la vita sia una cosa calma e ordinata: non lo è. Una persona non è una foglia morta, né un granello di sabbia: una persona può, in maggior o minor misura, tracciare il proprio percorso e seguirlo.

"Si può avere la sensazione che le cose siano arrivate ad un punto in cui è troppo tardi per fare qualcosa, che la strada già percorsa sia così malridotta che non c’è più alcuna possibilità di tracciarne una futura un po’ diversa; tuttavia c’è sempre un punto sulla strada in cui si può tracciare un nuovo itinerario. E cercare di seguirlo. Non esiste persona viva che non possa dar vita ad un nuovo inizio.

“Se si rimane entro i margini di questa via, non si può sbagliare di troppo. Il vero entusiasmo, la felicità e la gioia non provengono da vite spezzate, ma da altre cose.”

Per chi è interessato è anche possibile leggere il libro al sito www.laviadellafelicita.org.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl