Vulnus architettonico posto sopra lo storico Palazzo Portici Meridionali, a lato Galleria, in Piazza Duomo a Milano

26/gen/2012 17.03.08 enrico olmari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Temporaneamente compromessa l’armonica architettura neo-rinascimentale di Portici e Galleria da una struttura-ristorante privata, con il placet dall’Amministrazione Comunale e dalla Soprintendenza Beni Architettonici e Paesaggistici.

Equilibrio visivo precario, sull’angolo del tetto del Palazzo neorinascimentale dei Portici Meridionali in p.zza Duomo vicino alla Galleria, dove è stato posizionata una protumberante struttura in metallo di 140 mq. utilizzata come esclusivissimo “ristorante ambulante”: un vulnus architettonico autorizzato dalla Giunta di Pisapia (assessore Franco D’Alfonso) e dalla Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggistici di Milano.

Il “temporanery restaurant” , ospitato nella sovrastruttura metallica terrazzata ( attivo da Natale 2011, e da rimuoversi a fine aprile 2012) , é sponsorizzato da una multinazionale di elettrodomestici, ed ospita un’iniziativa culinaria di notevole rilievo sociale e certamente alla portata di tutti milanesi: con solo euro 275 a cranio (ed esclusivamente su prenotazione), puoi “...cenare con una vista mozzafiato sul Duomo…” .

A dare l’addio all’armonia paesaggistica di piazza Duomo questo inserimento sui generis, invasivo anche nel colore, in una posizione sghimbescia su un’angolo dello storico Palazzo dei Portici Meridionali, il tutto a deperimento dell’equilibrio neo rinascimentale del progetto del Mengoni, e dell’immagine internazionale della città di Milano.

Il poco o nullo rilievo dato dall’ informazione locale e nazionale all’ evento non desta poi meraviglia, visto il notevole impegno profuso dall’ottimo ufficio stampa aziendale dello sponsor (sponsor con fatturato di 11,1 miliardi di euro annui) per enfatizzare l’operazione promozionale del marchio, definendo l’operazione come originalissimo “intrattenimento culinario” erogato in “un’architettura unica per una vista mozzafiato”; fortunatamente esiste nel web qualche libero pensatore - non importa la preferenza politica - dotato di un minimo buon senso ed onestà intellettuale, che ha potuto esprimere così la propria opinione, indicando all’opinione pubblica lo scempio culturale e architettonico in corso nel centro di Milano.

A seguire segnalo alcuni post pubblicati in rete.

“Scempio e degrado artistico e architettonico fatto a pochi metri dal Duomo per permettere a pochi privilegiati di pasteggiare a Champagne” (Maurizio)

“Un’astronave in avaria che ha fatto un atterraggio di fortuna in bilico sullo spigolo di Palazzo dei Portici Meridionali di p.zza Duomo!” (Riccardo)

“Ma dai, è fighissimo! Speriamo lo facciano anche a Roma”(Riccardo)

 

ENRICO OLMARI giornalista indipendente (Io Sono tollerante rispettando e capendo ogni modo di essere e di pensare)

Notizia segnalata anche da Pierpaolo Farina come “anomalia edilizia in Piazza Duomo a Milano”

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl