Intervento di AGNESE Ginocchio- per il 10 Marzo giornata nazionale indetta dal Movimento e Tavola della Pace:"DIAMO VOCE ALLA PACE!"

Intervento di AGNESE Ginocchio- per il 10 Marzo giornata nazionale indetta dal Movimento e Tavola della Pace:"DIAMO VOCE ALLA PACE!"

Allegati

27/feb/2006 11.40.03 infopace Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

Intervento di AGNESE Ginocchio- cantautrice per la Pace  per il 10 Marzo 2006, giornata nazionale indetta dal Movimento e Tavola della Pace: "DIAMO VOCE ALLA PACE! "

 
 
 
Il 10 Marzo è la giornata nazionale indetta dal Movimento (e Tavola Nazionale) per la Pace (www.tavoladellapace.it) :"Diamo Voce alla Pace-24 ore per un'informazione e comunicazione di Pace-I MEDIA SIANO STRUMENTI DI PACE" . In tutt'Italia e anche nella nostra provincia ci si sta attivando per svolgere importanti iniziative.In vista delle prossime elezioni ed in seguito ai battibecchi,alle botte e risposte che in queste ultime settimane si stanno susseguendo senza sosta in particolare nel territorio di cui sono originaria della zona Alto casertano - matesina ( Piedimonte Matese ) ,in qualità di membro della società civile e quale cantautrice impegnata per la diffusione di una cultura di pace,legalità e nonviolenza nel movimento per la pace ( Pax Christi ) è  mio desiderio ,ma anche  dovere esprimere  una nota ,un intervento se mi si consente ,di mediazione ,di  tregua e di PACE per dire infine :" BASTA con questo triste spettacolo d'inciviltà! Siamo davvero stanchi di assistere a questo banale teatrino di accesi e furenti dibattiti di mea e tua culpa , di pregiudizi a più non posso e di puntare il dito sull'altrui colpa !".Disdicevoli atteggiamenti che tutto fanno presagire tranne che scelte obiettive e coerenti,scelte essenziali e di coscienza ,sono il sintomo di un malanno  già esistente da tempo ,ma che ora esplode come lava furente da un vulcano all'apice della sua attività .Atteggiamenti di questo genere sono una  mancanza di rispetto nei confronti di tutta la società civile ,che già da tempo aspetta obiettive e concrete risposte , ben lungi dalla vera soluzione dei problemi finora  tralasciati in sospeso. Eppure la realtà mondiale che abbiamo di fronte è drammaticamente triste,per abbandonarci poi anche a questi pessimi comportamenti da bambini(I bambini veri si comportano meglio!) Sulle sagge parole di un vescovo del calibro come  Raffaele Nogaro di Caserta ,occhio dunque alla sana condotta ,alla sobrietà  del prossimo  candidato sindaco che andrà a rappresentare l'intera -come le intere comunità dei comuni della provincia di terra di lavoro a partire dal capoluogo .Lungi da legami di appartenenza al sistema malavitoso ,lungi dal farsi ingannare dall' aspetto apparentemente bello ed elegante,mentre dentro vi è l'opposto. Cari politici e rappresentanti di partito di Piedimonte Matese & c. se crolla l'amministrazione la colpa non viene mai da una parte sola ,bensì da tante , in quanto si è venuti meno a delle promesse iniziali di servizio verso il bene comune, alle quali sono stati anteposti  interessi ,opportunismi , sopraffazioni l'uno sull'altro e viceversa. I fondamentali diritti della Libertà e della Democrazia -alias:voce del popolo-servizio a favore del bene comune - si basano su scelte coerenti ,non superficiali ,scelte che si appellano al senso del servizio nel rispetto delle coscienze ,praticando concretamente ordine e legalità ,dando spazio a tutte quelle realtà locali di emergere e ai giovani in particolare che sono il futuro del domani ,quei giovani troppo spesso ignorati e non rispettati, trascurati e dimenticati tra strade e i bar (loro uniche alternative di svago) ,di uscire dal triste stato di precarietà , di disagio e di isolamento ,per dargli l'opportunità  di emergere,di farli sentire a loro agio ,offrirgli spazi adeguati di crescita reciproca nella società.Mi rivolgo e domando al primo cittadino,come a chi amministra: "Siete capaci di avere la forza di portare l'uno di peso dell'altro ,di rispettare il prossimo come voi stessi? Siete capaci di rinunciare alle poltrone comode, ai vostri proficui stipendi per condividerli con chi non ne ha (ecco un elenco per esempio: il povero, il disoccupato,l'immigrato,il vicino di casa ,il forestiero..) ?"  Proprio in questo consiste la scelta di servizio. Questi principi ,dai quali prendono origine quelle norme etiche e morali fondamentali  e necessarie per l' equilibrio socio- amministrativo -economico, quando vengono  meno  provocano  lo sfascio ed il crollo di un regime .Il crollo di un amministrazione è sempre conseguenza e immagine del crollo e dell' assenza di valori di convivenza fondamentali e necessari per la rinascita di una salda civiltà .Quando al senso di coscienza e di servizio verso il prossimo, viene anteposta l'arroganza del potere e dell' ostentato  successo ,subentrano crisi,violenze,lotte,divisioni ,disordini , mafie , guerre,scontri di civiltà . Ahimè :dove dunque il mettere in pratica quella norma - tema iniziale dal quale ho preso spunto per esprimere questa mia- "I media,come l'informazione ed in questo caso l'amministrazione a partire dal primo cittadino , siano STRUMENTI DI PACE. Ma lo sono , mi domando ? "   Pace  richiama giustizia,ordine,lavoro.Pace richiama uguaglianza,diritti per tutti,solidarietà e condivisione. Pace è la voce della nonviolenza che non tace di fronte al male dell' omertà che uccide i figli minori diq eusto mondo .La Pace -Volto laico del Dio di ogni religione - richiama la Politica all'essenza, alla riscoperta del senso ,all'impellente ricerca ed esigenza che per essere vera ha bisogno ( la politica ) di ammantarsi  di Umiltà e Servizio ancora per il bene comune ,lungi dall' ascesa al potere. Non c'è pace senza una politica di pace.Richiamo dunque al gran senso chè è anche dote ,di una profonda ma grande umanità ,cioè l' UMILTA' che restituisce capacità di vero discernimento ,in cui vi è l'unica fonte che sa ispirare vera e saggia legge ,perchè solo dal saper discernere ogni decisione ,ne conseguono giuste e non affrettate decisioni, ne consegue quindi equilibrio, ordine , valevole e duratura amministrazione . Auspico che quanto prima si possa avverare questo sogno di Pace , di Giustizia e di Libertà nella nostra terra di lavoro ,nella quale svolgo con i movimenti  il mio personale impegno e canto per la pace.Se non si cambia rotta e non si dà un calcio al retrogrado modo di pensare e di agire ,tutto è solo un inutile perditempo e presa per i fondelli. E' necessario però essere uniti ,perchè solo nell'unità c'è  forza necessaria che restituisce  vigore e ali all' uomo di rimettersi in volo per  realizzarsi  pienamente ..L'uomo non deve essere oggetto e schiavo del sistema ,bensì  Soggetto prioritario,tutelato nei suoi diritti fondamentali ,essenziali e vitali .Solo in questa maniera si potranno  abbattere le ingiustizie fra cui la piaga della povertà che sta lacerando e distruggendo l'umanità . Parole,solo parole e bei discorsi non bastano più ,senza unione e coerenza non c'è credibilità .La gente è stanca ,sfiduciata ..Urgono  fatti e azioni concrete ! Cari governanti e amministratori siate STRUMENTI di COMUNICAZIONE e di PACE,solo così tornerete ad acquistare fiducia e credibilità ! BASTA  parole .Urgono fatti e azioni concrete ..BASTA  GUERRE ! "
 
Shalom..Peace..Salaam...Pax..Pau..Paix...Mir..Friede...Pax..Amani...Pace dal basso
 
 (fonte : Agnese Ginocchio )
 
info/line :  www.agneseginocchio.it
 
P.s: Parte di questo comunicato - per esigenze di spazi - è stata pubblicata anche sui giornali cartacei della provincia di Caserta
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl