IL "POLLAIO", SPAZIO A MISURA DI STUDENTE GESTITO DA STUDENTI. Di Giulia Carraro

14/mag/2012 01.07.13 IP Report Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

PADOVA - A volte quello che ci serve è davanti ai nostri occhi. A noi studenti occorrevano spazi, ma le aule studio dell'università di Padova sono un vero disastro: sovraffollate, sporche, inadeguate per lo studio di gruppo e soprattutto con orari di apertura al pubblico al passo con quello delle messe dei paesini di campagna (sempre che arrivi l'addetto della Civis ad aprire). Questa situazione è nota agli studenti da generazioni; è per questo che alcuni di noi hanno deciso di usufruire di uno spazio che apparteneva all'Università, ma che è in disuso da moltissimi anni: il "pollaio" ( via Marzolo 3) . Il nome ha un'origine poco accademica: serviva a tenere animali per la sperimentazione scientifica; ma questo succedeva negli anni '70. 

 

Questo luogo oggi è "occupato", nel senso che i ragazzi ci vivono dentro per evitare che l'Università lo sgomberi per farci altro. L'amministrazione ha minacciato che sarebbe arrivata il giorno 5 marzo per rimettere la "baracca" in funzione. Ovviamente non ha mantenuto la promessa. E questo è un bene, perché lì gli studenti hanno davvero ciò che occorre.

CONTINUA

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl