RUDOLF DINU: «COMUNITA' VENETE DALL'OTTOCENTO IN ROMANIA»

RUDOLF DINU: «COMUNITÀ VENETE DALL'OTTOCENTO IN ROMANIA».

Persone Rudolf Dinu
Luoghi Italia, Argentina, Romania, Venezia, Uruguay, Brasile, Valacchia, Transilvania
Argomenti politica, economia, sociologia

02/giu/2012 13.52.35 IP Report Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dell'emigrazione veneta in Brasile si sa, se non tutto, molto. Di quella in Argentina e in Uruguay, pure. Ma sulle comunità "storiche" in Dobrugia, Valacchia e Transilvania non si sa quasi niente. E' che i legami si erano interrotti con il regime di Nicolae Ceauşescu; e, al termine dell'avventura umana del dittatore, molti veneti con passaporto romeno, discendenti di contadini, minatori e tecnici emigrati dalla seconda metà dell'Ottocento, sono tornati in Italia. Ma queste comunità ancora esistono: lo conferma il direttore dell'«Istituto romeno di cultura e ricerca umanistica» di Venezia Rudolf Dinu.

 

CONTINUA

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl