CARTE GEOLOGICHE, MAPPATO SOLO IL 40% DELLA PENISOLA

19/giu/2012 17.31.12 IP Report Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Per identificare le faglie, stimare la fattibilità delle infrastrutture, conoscere le risorse del sottosuolo: a questo servono le carte geologiche del territorio, quelle mappe che descrivono la composizione degli strati inferiori della terra e i processi geologici che hanno determinato la loro struttura. Purtroppo, quelle attualmente disponibili (l'ultima è stata presentata a Bologna il 14 giugno dal Dipartimento Difesa del Suolo e dal Servizio Geologico d'Italia) coprono soltanto il 40 per cento del territorio nazionale: per arrivare a una mappatura definitiva, secondo gli scienziati, servono ancora 200 milioni di euro. Che però non si trovano, come racconta il presidente dell'Istituto Superiore per la Prevenzione e la Ricerca Ambientale (Ispra) Bernardo de Bernardinis. 

 

CONTINUA

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl