Intensa settimama per i volontari che tornato a ripulire la città per l’iniziativa “Padova città pulita”

10/lug/2012 20.42.19 Missione della Chiesa di Scientology della Romagna Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 


I Ministri Volontari della Chiesa di Scientology di Padova dallo scorso fine settimana,
muniti di sacchi, guanti e pinze, hanno dato il via alla nuova stagionale di pulizie delle aree verdi non custodite di Padova, con l’ormai decennale iniziativa “Padova città pulita”.
L’intervento ha avuto inizio dal Passo del Muson a Padova; sterrato che interseca la statale del Santo (Via Pontevigodarzere) in prossimità dell’importante ponte sul Muson, alle porte di Padova. L’intervento si è ripetuto anche in questo fine settimana, con un totale di 10 sacchi di spazzatura raccolta.

Lo scopo dell’iniziativa - di ripulire le zone verdi da rifiuti abbandonati e di sensibilizzare i cittadini sulla necessità di mantenere le aree verdi più pulite e vivibili -  è stato completamente realizzato dai volontari. Il primo punto ripulendo completamente l’area verde di questo tratto di strada molto frequentato come passaggio pedonale e ciclabile (che collega Pontevigodarzere a Cadoneghe e Vigodarzere), ed il secondo e forse più importante, sensibilizzando i passanti e le persone sedute per rinfrescarsi all’ombra degli alberi, a prendersi cura del proprio ambiente e a collaborare all’iniziativa. 
 
Nell’intervento i volontari hanno rimosso complessivamente 10 sacchi pieni di 
rifiuti, per la maggior parte bottiglie, lattine, cartacce, avanzi di cibo ed altro. Durante la pulizia sono state distribuite copie dell’opuscolo “La via della felicità”, codice morale laico scritto da L. Ron Hubbard come guida al senso comune. 
   
I volontari sostengono che questi rifiuti, possono rappresentare un rischio, sia di eventuali incidenti o ferite, sia d’igiene ambientale.

Non secondario per importanza, sostengono che, un’adeguata cura del sottobosco
può anche proteggere maggiormente dal rischio di incendi che ogni estate in Italia 
distruggono ettari ed ettari di boschi creando enormi danni all’eco equilibrio 
della natura e costi enormi per far fronte alle conseguenze. 

E questo è anche un invito che i volontari vogliono rivolgere ai cittadini sia dando 
il buon esempio, sia invitando chiunque a segnalare le aree che possono essere 
ripulite.
Per info: 0498756317
Tiziana Bonazza 
7 luglio 2012


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl