I governi e le rivolte. L. Ron Hubbard

14/lug/2012 14.00.51 "Amici di L. Ron Hubbard" Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

La storia delle rivolte ha un tratto comune: una linea di governo da parte di una minoranza che favorisce la minoranza e opprime la maggioranza.

Ogni governo della storia, caduto al verificarsi di una rivolta popolare, era dominato da gruppi con privilegi speciali e dava loro ascolto. Ciò che caratterizza questi gruppi è che non aiutano nessuno tranne se stessi e odiano tutti, compresi se stessi.

L’ordine equestre, a Roma, l’aristocrazia francese e russa, i nazisti tedeschi “super-selezionati”, i finanzieri internazionali e i gruppi di copertura degli psichiatri che ora dominano i governi occidentali, avevano molto in comune. Agivano solo nel proprio interesse e usavano le persone come fossero

animali.

Non è una coincidenza che i gruppi di copertura degli psichiatri insegnino che gli uomini sono solo animali da imbrancare, usare e macellare a capriccio.

L’ordine equestre, a Roma, le classi più elevate in Francia e in Russia, i nazisti e gli psichiatri erano tutti fissati su questo tipo di idea: l’uomo era un animale.

Naturalmente con questo intendevano dire che l’uomo era il loro animale personale. Chiunque altro cercasse di comunicare con l’uomo era considerato un ladro di animali, un intruso.

Ma l’aristocrazia, i nazisti e gli psichiatri hanno un’altra cosa in comune: sono persone fissate, persone snob, non possono cambiare, non credono che gli altri cambino e si lasciano sfuggire completamente che i tempi cambiano.

Tali persone diventano facilmente antiquate. Sono bloccate nel passato. L’atteggiamento “una volta le cose andavano meglio” arresta ogni progresso. Per esempio, gli psichiatri sono completamente bloccati al XIX secolo. Le loro pratiche e i loro atteggiamenti non sono cambiati in tutto questo tempo.

Si considerano tra “i migliori”. Intrattengono relazioni solo con i ricchi.

Considerano l’uomo come il loro animale personale da usare o trucidare a piacere. Pensano di far parte (campioni di pazzia!) del governo, di cui naturalmente fanno parte tanto quanto il macellaio locale.

I governi composti dai “migliori” (o dagli snob se preferite) sono in effetti molto instabili. Vai su Google alla voce “Il governo e le rivolte” di L. Ron

Hubbard - L’umanitario - puoi leggere l’articolo al completo!

Per info:

Aiudi Renata 335 7864031

05 luglio 2012

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl