I GIUDICI COMUNISTI - Il complotto - Benigni e i Telegatti

Finanza, fu condannato senza prove"* *(dichiarazione rilasciata da M. D'Alema ai microfoni di Radio 24, 8

25/mag/2003 23.09.02 Luigi Sedita Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
< ... I GIUDICI SONO COMUNISTI E NON PERSEGUONO FINI DI GIUSTIZIA, MA INTENDONO FAVORIRE LA SINISTRA ED USANO LE LORO FUNZIONI PER SCREDITARE GLI AVVERSARI POLITICI ...> - TOTO' RIINA  - (Udienza al Tribunale di Reggio Calabria del 25 Maggio 1994)
 
Silvio  Berlusconi  
"Sono sottoposto a un complotto di giudici comunisti.... "
 
Manifestazioni di solidarieta': "chiedo scusa al cittadino Berlusconi perché al processo per le tangenti alla Guardia di Finanza, fu condannato senza prove"*  *(dichiarazione rilasciata da M. D'Alema ai microfoni di Radio 24, 8 novembre 2001) ( http://www.democrazialegalita.it/nov2001.htm )
 
 
   
 
 
 
 
 
*********************
 
La lettera che Roberto Benigni aveva inviato alla consegna dei Telegatti (ma che non e' stata letta)

"Un legittimo impedimento mi impedisce legittimamente di essere presente. Ho chiesto più volte di far slittare la data di consegna dei Telegatti ma non sono stato ascoltato. 
Ho chiesto più volte di spostare la consegna dei medesimi Telegatti da Milano a Brescia ma non sono stato ascoltato.
Già nell'87 un Telegatto che avrei meritato lo vinse un altro.
Prodi e Amato mi parlarono di brogli nella giuria ma non voglio fare polemiche. Ne parlerò nelle sedi previste. Ho già contattato Socci per un'intervista dove può perfino farmi una domanda. 
Altro che Telegatto, meriterei una medaglia al valor civile. Un bacio a tutti. Viva l'Italia". 

 
 
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl