GETRONICS:SMENTITE LE VOCI SULL'ACQUISTO, SINDACATI NELLA BUFERA

03/mag/2006 07.26.02 collettivolavoratorigetronics Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

GETRONICS:SMENTITE VOCI SULL'ACQUISTO

www.collettivolavoratorigetronics.blogspot.com  GETRONICS WORKERS

Non esistono acquirenti per Getronics. Stamattina i vertici olandesi per rassicurare i mercati hanno diffuso la notizia che esistono dieci acuirenti per Getronics esaltando dati sulle vendite e sui profitti. In realtà come si evince dal documento diffuso stamani dal Ministero delle Attività produttive lper Getronics Italia sono interessate alcune finanziarie che si nascondono dietro la voce "fondi di investimento". Intanto circolano con insistenza le voci di decine ingiunzioni di pagamento e ricorsi fallimentari presentati da alcuni fornitori nei confronti di Innotech.Il documento del Ministero lo pubblichiamo integralmente. Non solo. Le organizzazioni sindacali hanno assunto nella "riunione ristretta" un ruolo di subordinazione. Lo si evince dallo stesso documento ministeriale. Dopo qualche ora i sindacati nazionali indicevano "manifestazioni" e forme di lotte "dure" che duravano lo spazio di un giorno. I capetti a livello territoriale hanno "orientato" insieme ad alcuni delegati aziendali. Le forme di lotta "dure" sono state trasformate in "assemblee" aperte. Nello stesso tempo la consorteria del vecchio gruppo dirigente diffondeva sul web un volantino farneticante annunciando la nascita di un blog da parte di una "fantomatica" Unione dei Veri Lavoratori Getronics, l'unione dei capetti, dei sindacalisti prezzolati e degli amici di Schisano e Serra, quelli che sotto la "bandiera" della Getronics hanno commesso le peggiori forme di vessazioni ai danni dei lavoratori e delle lavoratrici.Smentite  dunque le voci circolate in questi giorni sull'interessamento di dieci acquirenti. Smentiti e smascherati alcuni sindacati. Non è un caso se all'incontro erano presenti anche i vertici nazionali confederali della Cisl e della Uil oltre alla Fim e Uilm. Sono i "garanti" del "piano industriale" redatto in un noto albergo romano.  I bene informati sostengono che l'ex gruppo dirigente italiano della multinazionale olandese Roberto Schisano e Piero Serra continuare ad attuare  una vera e propria opera di aggiotaggio con lo scopo di  allontanare le aziende italiane eventualmente interessate in modo da favorire  una cordata di aziende controllate da Schisano,  Corba Colombo e Compagnia delle Opere. Nei prossimi giorni i duemiladuecento lavoratori e lavoratrici della Getronics hanno il dovere di  promuovere azioni di lotta sindacale e presenteranno esposti alle Procure della Repubblica. Saranno informati anche gli azionisti olandesi attraverso dossier e documentazioni. Ed informare gli olandesi. Gli azionisti.  In Olanda vengono perseguiti penalmente coloro che non informano o che tengono all'oscuro le assemblee dei soci. Sul piano strategico ed organizzativo occorre costituire "comitati" ristretti ed affidabili di lavoratori e lavoratrici. Anche per promuovere iniziative di lotta ed azioni legali. Troppi filopadronali della vecchia consorteria sono in giro. Troppi spioni.

pubblichiamo il documento diffuso dal Ministero delle Attività Produttive

Roma, 3 maggio 2006 - Il 27 aprile 2006 si è svolta presso il Map una riunione di verifica sugli sviluppi della situazione della Getronics Italia a seguito della decisione della Casa Madre di cedere il controllo della filiale italiana. All’incontro, presieduto dal Dr. Ruta, responsabile dell’Ufficio Iniziative per le Imprese in Crisi del Map, hanno partecipato il Dr. Pugliese dell’Assessorato Attività Produttive Regione Campania, nonché, in rappresentanza della Getronics, l’Ing. Mazzantini, la Dr.ssa Benedetti ed il Dr. Valdameri, le segreterie nazionali Cisl e Uil e di categoria nazionali e provinciali Fim-fiomuilm accompagnate dalle rappresentanze aziendali. Il rappresentante del Map ha ribadito l’importanza della permanenza in Italia del Gruppo Getronics e come costituisca un obiettivo di primario interesse nazionale il mantenimento dell’integrità dell’Azienda; pur non entrando nel merito delle scelte di eventuale modifica dell’assetto azionario, ha sottolineato la necessità che le decisioni della Casa Madre possono essere riviste alla luce dei nuovi positivi riferimenti sull’evoluzione del quadro congiunturale. L’ing. Mazzantini ha, dal canto suo, espresso il suo impegno a lavorare su un progetto che contempli l’opzione dell’integrità aziendale; ha anche ribadito l’intendimento di ristabilire la fiducia del mercato nei confronti di Getronics confermando che l’esito delle azioni recentemente intraprese verso la propria clientela dimostrano che le potenzialità commerciali della Società non sono state sin qui significativamente scalfite . L’ing. Mazzantini ha quindi comunicato che la ricerca di un nuovo partner, tramite Kpmg, si è concretizzata nell’acquisizione di manifestazioni di interesse per l’Azienda, nella sua integrità, prevalentemente da parte di Fondi di Investimento. Le Oo.ss. Pur valutando positivamente il confronto con l’Azienda, hanno espresso comunque viva preoccupazione per la possibile natura speculativa dell’acquisizione da parte dei Fondi, che potrebbe essere legata alla natura dei soggetti interessati all’acquisizione, nonché per la situazione dei lavoratori della società. Le stesse hanno inoltre richiamato la Getronics al rispetto degli impegni assunti nei confronti dei lavoratori dalla stessa trasferiti ad Alchera, con la cessione del relativo ramo di attività. L’ing. Mazzantini ha ribadito la necessità che Getronics recuperi rapidamente margini di efficienza, ribadendo l’insostenibilità dell’attuale squilibrio gestionale. Con riferimento alle problematiche legate ai lavoratori di Alchera, l’Ing. Mazzantini ha confermato gli impegni a suo tempo assunti dalla Getronics. Il rappresentante del Map, sottolineando l’utilità del confronto tra Azienda e Oo.ss. Presso il Ministero, ha ribadito l’impegno del Governo ad accompagnare le parti nella ricerca di un punto di convergenza sulle problematiche connesse al programma di riequilibrio gestionale. A tal fine un nuovo incontro tra le parti è stato fissato per il giorno 15 maggio alle ore 10,30.





MINISTERO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE :





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl