Seminare pannelli è una coltivazione remunerativa

09/ago/2012 15.22.46 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Se disponete di una discreta superficie di terreno, vi consigliamo di valutare se utilizzarlo in maniera alternativa alla coltivazione di specie botaniche. Un buon investimento è, infatti, quello di posizionare sul vostro spazio all’aperto dei pannelli solari fotovoltaici i quali, se destinati al suolo e non al tetto, possono essere del tipo più pesante che segue lo spostamento del Sole (per così dire, visto che è la Terra a spostarsi) per ricevere quanti più raggi possibile nel corso del giorno e dell’anno. La massima resa di questo tipo di impianto potrebbe essere, tuttavia, controbilanciata da minori contributi. In ogni caso è bene contattare un’azienda del settore (potrete trovarla via Internet, per esempio qui http://www.pannelli.eu/it/realizzazioni.php) che faccia un sopralluogo e calcoli la convenienza di quest’intervento o ne suggerisca uno migliore. Sono tante le variabili di cui tener conto per stabilire l’effettivo risparmio di un investimento in pannelli fotovoltaici ed è bene affidarsi a qualcuno di competente.

Un investimento più modesto, ma sempre appetibile in vista del riparmio sui consumi energetici, è quello nei pannelli solari termici, che vanno ad integrare o a sostituire (dipende da diversi fattori, fra i quali la latitudine) la caldaia per la produzione di acqua calda. Anche in questo caso, è possibile scegliere se posizionare i pannelli sul tetto o a terra (leggi qui maggiori informazioni): la prima soluzione è sufficiente per una famiglia di due/tre persone, mentre una famiglia numerosa (o un’azienda) troverà più utile la seconda.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl