Una Donna della Resistenza a Presidente della Repubblica Italiana: Lidia Menapace

Una Donna della Resistenza a Presidente della Repubblica Italiana: Lidia Menapace " Una Donna della Resistenza a Presidente della Repubblica Italiana:Lidia Menapace " (Nella foto la Senatrice Lidia Menapace durante un dibattito) Caserta 24 Aprile 2006 A.M. La cantautrice ed attivista della Pace Agnese Ginocchio nel giornata della Memoria della Resistenza italiana del 25 aprile 2006, rispondendo all'appello lanciato dai movimenti nazionali per la Pace e la Nonviolenza (fra cui:Peppe Sini-Centro di ricerca per la pace di Viterbo), invita i cittadini, l' associazionismo democratico, i movimenti sociali, l' arte e la cultura per la promozione di un' educazione alla pace, nonviolenza e legalità, a far avanzare al parlamento la proposta di eleggere come Presidente della Repubblica Italiana una Donna che ha preso parte della Resistenza italiana: Lidia Menapace, che attualmente svolge il mandato di senatrice.

24/apr/2006 15.52.00 infopace Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
" Una Donna della Resistenza a Presidente della Repubblica Italiana:
Lidia Menapace "
 
 
 
(Nella foto la Senatrice Lidia Menapace durante un dibattito)
 
Caserta 24 Aprile 2006 A.M.  La cantautrice ed attivista della Pace Agnese Ginocchio nel giornata della Memoria della Resistenza italiana del 25 aprile 2006, rispondendo all'appello lanciato dai movimenti nazionali per la Pace e la Nonviolenza (fra cui:Peppe Sini-Centro di ricerca per la pace di Viterbo), invita i cittadini, l' associazionismo democratico, i movimenti sociali, l' arte e la cultura per la promozione di un' educazione alla pace, nonviolenza e legalità, a far avanzare al parlamento la proposta di eleggere  come Presidente della Repubblica Italiana una Donna che ha preso parte della Resistenza italiana: Lidia Menapace, che attualmente svolge il mandato di senatrice.
" Donna di profonda cultura e soprattutto Donna per la Pace, dotata di grande sensibilità -ci comunica Agnese - L'ho conosciuta personalmente, sin dal primo momento ha dimostrato essere una persona sensibile ed aperta. La cosa che mi ha colpito in lei è la saggezza, l'impegno civile, per i diritti dei più deboli e i diritti delle donne, perchè diritti della Pace. Femminista per eccellenza e di profonda cultura cristiana, Lidia Menapace preferisce farsi chiamare senza alcun titolo, più di una volta dietro mia insistenza a volerla chiamare per forza dottoressa, mi ha richiamata, con dovuto rispetto e confidenza, chiedendomi di chiamarla semplicemente Lidia. Donna dalle profonde doti e di grande rigore morale, sempre presente ad ascoltare e a fare suoi i bisogni di tutti, del popolo, molto attenta ai problemi del sud che fa tanta fatica a rialzarsi. Nonostante la sua grande cultura ed autorevolezza, possiede in se doti profonde di umiltà, di servizio, di profonda umanità, condizioni necessarie per amministrare e governare saggiamente; requisiti giusti quindi, perchè la proposta al parlamento di farla eleggere a Presidente della Repubblica possa emergere ed essere approvata pienamente. Personalmente e come Donna anch'io impegnata per la Pace, chiedo alla società civile tutta, agli uomini e alle donne che hanno sete e fame di Giustizia e di Pace, di farsi portavoce e sostenere questa proposta. Eleggere una Donna a Presidente come Lidia Menapace significherà non solo ridare fiducia all' Italia e quindi fiducia a tutto il nostro martoriato sud, ma sarà un' opportunità di cambiamento, perchè non potranno che non prevalere leggi giuste a favore del solo bene comune. E sarà davvero un Sogno, una Speranza di rinascita. Una Donna-Presidente che si fa voce del suo popolo, oltre che essere per noi di grande esempio e di stimolo, non potrà che non apportare enormi frutti positivi a vantaggio dei diritti del popolo stesso, abbracciando Ella tutti in se come figli di una Madre, in quanto la Madre è l'eterna generatrice della Vita. La Pace è Donna, la Nonviolenza è Donna, la Vita è Donna, la Madre è Donna, l'Amore è Donna, l'Italia è Donna, la Resistenza è Donna, la Liberazione è Donna, la Musica e l'Arte è Donna. Come nuovo Presidente della Repubblica Italiana dunque, chiediamo la voce disarmante e compassionevole di una Donna Nonviolenta della Resistenza italiana: Lidia Menapace! "
( Fonte: AGNESE Ginocchio-cantautrice per la Pace.  www.agneseginocchio.it )
 
 

 (Seguono Notizie sulla Senatrice Lidia Menapace)

Lidia Menapace e' nata a Novara nel 1924, partecipa alla Resistenza, e' poi impegnata nel movimento cattolico, pubblica amministratrice, docente universitaria, fondatrice del "Manifesto"; e' tra le voci piu' alte e significative della cultura delle donne, dei movimenti della societa' civile, della nonviolenza in cammino. Nelle elezioni politiche del 9-10 aprile 2006 e' stata eletta senatrice. La maggior parte degli scritti e degli interventi di Lidia Menapace e' dispersa in quotidiani e riviste, atti di convegni, volumi di autori vari; tra i suoi libri cfr. Il futurismo. Ideologia e linguaggio, Celuc, Milano 1968; L'ermetismo. Ideologia e linguaggio, Celuc, Milano 1968; (a cura di), Per un movimento politico di liberazione della donna, Bertani, Verona 1973; La Democrazia Cristiana, Mazzotta, Milano 1974; Economia politica della differenza sessuale, Felina, Roma 1987; (a cura di, ed in collaborazione con Chiara Ingrao), Ne' indifesa ne' in divisa, Sinistra indipendente, Roma 1988; Il papa chiede perdono: le donne glielo accorderanno?, Il dito e la luna, Milano 2000; Resiste', Il dito e la luna, Milano 2001; (con Fausto Bertinotti e Marco Revelli), Nonviolenza, Fazi, Roma 2004.

 

info: Peppe Sini

responsabile del "Centro di ricerca per la pace" di Viterbo
strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo
tel. 0761353532, e-mail: nbawac@tin.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl