A Jesi: La verità sull’abuso di Ritalin

22/mar/2014 16:39:38 "Amici di L. Ron Hubbard" Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Mercoledì prossimo i volontari “Amici di L. Ron Hubbard” distribuiranno a Jesi l’opuscolo informativo di prevenzione intitolato La Verità sull’abuso di Ritalin.
Ritalin è il nome comune per metilfenidato, stessa classificazione della cocaina, morfina ed anfetamine.
E' una vera e propria droga con effetti praticamente uguali a quelli della cocaina e delle anfetamine, ma con danni alla salute mentale e fisica ancora più gravi.
In uno studio della DEA (ente governativo USA) si legge: “All'uso prolungato di metilfenidato sono stati associati episodi psicotici, illusioni paranoiche, allucinazioni e comportamenti anomali, simili alla tipica tossicità delle anfetamine. Sono state riportate gravi conseguenze fisiche e la possibilità di morte”. Anche senza abusi di somministrazione, gli effetti collaterali includono: “cambiamenti di pressione sanguigna, angina pectoris, perdita di peso, psicosi tossica. Durante la fase di astinenza c'è la possibilità di suicidio”. Gli effetti collaterali sopracitati sono riportati anche nel foglietto illustrativo allegato al farmaco.
La famigerata ADHD, dovrebbe essere “curata” con il metilfenidato.Come comincia l’abuso di Ritalin ?
La storia di Matthew: “Matthew era un teenager che aveva preso Ritalin per 7 anni. E’ morto improvvisamente nel marzo 2000. Sebbene non avesse una storia di problemi al cuore, l’autopsia ha rivelato chiari segni di danni ai piccoli vasi sanguigni. Ai suoi genitori era stato detto da uno dei medici che lo avevano esaminato, che il cuore di un adulto pienamente sviluppato pesa circa 350 grammi. Quello di Matthew pesava circa 402 grammi. Il suo certificato di morte dice: “Morte causata dall’uso prolungato di metilfenidato (Ritalin).”

Ci sono molte giustificazioni per prendere questa potente droga. Riconoscile per quello che sono:
BUGIE:
la usano tutti,
serve solo per studiare,

mio fratello la prende per un disturbo dell’apprendimento, non può essere così 
male,
non crea assuefazione,
puoi controllarla. Non devi prenderla di nuovo, se non vuoi!
Scopri la verità sul Ritalin! - Informati al sito: 
www.noalladroga.org 
Per info:

 

Aiudi Renata 335 7864031
21 marzo 2014

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl