Antonia Masanello, la storia leggendaria dell’unica donna garibaldina

20/apr/2014 20.21.48 IP Report Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Cervarese Santa Croce – Cherchez la femme. Direbbero i francesi. Eppure non sarebbe stato facile in mezzo a mille garibaldini, tutti vestiti di rosso, individuare Antonia Masanello, l'unica donna al seguito di Garibaldi. La sua è una di quelle storie misconosciute, disperse tra le innumerevoli leggende risorgimentali, che hanno contribuito a fare l'Italia. Perché di quello si trattava «O si fa l'Italia o si muore», avrebbe detto lo stesso Garibaldi a Nino Bixio, durante il sanguinoso combattimento di Calatafimi del 15 maggio 1860, e poi ripetuto in numerose altre battagli alle quali partecipò la stessa Antonia Masanello. Ma chi è costei? Questa Carneade della storia risorgimentale? Recentemente ce lo ha raccontato Alberto Espen, responsabile della biblioteca civica di Cervarese Santa Croce, paese che ha dato i natali all'eroina risorgimentale.

 

Continua

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl