Solidarietà a (R)esistenza Anticamorra

25/ott/2014 09.53.42 Agende Rosse Campania Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

In queste ore un fatto molto grave è avvenuto, un 'associazione (CGD Coordinamento Genitori Democratici Nazionale sezione napoletana) riconducibile ad esponenti del PD di Scampia (Na) (Mario Maffei e Salvatore Napoli) ha presentato ricorso contro la momentanea gestione del primo fondo rustico confiscato a Napoli da parte dell'associazione (R)esistenza Anticamorra. L'attacco sapendo leggere dietro le righe in realtà è stato mosso per colpire il sindaco Luigi de Magistris, che prima del bando pubblico per l'assegnazione del bene, bando che da tempo si aspetta, ha provveduto ad affidarlo temporaneamente a tale associazione. Oggi da tutt'Italia stanno arrivano attestati di stima e di solidarietà verso la cooperativa (R)esistenza Anticamorra per come ha gestito il fondo. Noi vorremmo parlarvi del presidente di tale associazione, Ciro Corona, che nonostante sia giovane ha un curriculum di attività sociali molto denso, a partire da quando ancora studente si recava nelle case degli spacciatori e altri delinquenti che operavano di notte e che quindi la mattina non avevano le capacità di mandare i figli a scuola, figli che Ciro tutte le mattine andava a prendere e preparare per portarli a scuola. La cosa fantastica è che si è innescata una reazione a catena ed i bimbi, oggi cresciuti, aiutati da Ciro adesso vanno loro a prendere altri bimbi piccoli con difficoltà familiari per portarli a scuola. Poi altro passo importante è stata l'apertura dello sportello anticamorra, e soprattutto nel periodo in cui a Scampia operava l'ufficiale Spina la collaborazione è stata molto fruttifera riuscendo a far chiudere le famigeratissime piazze di spaccio che connotavano (e nei telefilm ancora connotano) il quartiere Scampia. Realtà bellissime che però nessuno racconta perché non fanno audience.
Il Movimento Agende Rosse - gruppo Paolo Borsellino - Campania esprime la propria solidarietà a (R)esistenza Anticamorra.

Il comunicato lanciato da (R)esistenza Anticamorra per tale vile attacco è il seguente:

IL FONDO RUSTICO AMATO LAMBERTI SOTTO MINACCIA LANCIA LA VENDEMMIA ABUSIVA

 Per 13 anni il bene confiscato di Chiaiano è stato illegittimamente occupato da camorristi nonostante la confisca, nel totale silenzio delle forze politiche comunali e locali. Con la costruzione di un percorso insieme alle forze dell'ordine e all'attuale presidenza della Municipalità siam riusciti a liberare quel Fondo e a gestirlo, rendendolo produttivo, in attesa di un bando pubblico. Il Sign Maffei, referente politico del Pd Scampia, che per diversi anni pur avendo il potere politico di cacciare i camorristi è stato in silenzio, da quel momento comincia a farci guerra. L'ultimo atto è un ricorso al TAR di un'associazione satellite (Genitori Democratici di Napoli) per l'illegittimità' dell'assegnazione. Il TAR senza chiamarci in causa decreta la revoca dell'assegnazione definendola illegittima. Oggi servi di quel potere viscido ci denominano come "ABUSIVI". Per noi è abusivo chi lascia un bene confiscato nella mani della camorra per 13 anni, chi da due anni non riesce a preparare un bando, chi è al servizio delle collusioni tra politica deviata e camorra. Oggi il bene confiscato ospita 6 detenuti in affidamento al lavoro, 3 comunità alloggio per minori, un protocollo col dipartimento di giustizia minorile, 350 ragazzi che da tutt'Italia vengono a formarsi e a lavorare nel periodo estivo... Un bene confiscato diventato modello di sviluppo e di (r)esistenza. Perché non lavorare tutti insieme affinché si faccia un bando? forse a qualcuno interessa che quel posto torni abbandonato? Che sia chiaro a tutti quei politici servi della camorra, il fondo rustico Amato Lamberti oltre ad essere il primo bene confiscato agricolo della città  di Napoli diventerà il primo bene confiscato occupato d'Italia, da qui senza bando pubblico non andiamo via, ce lo chiede il Quartiere, ce lo chiede la storia di questi territori, ce lo chiede la RESISTENZA. 

DOMENICA 26 FAREMO LA PRIMA VENDEMMI ABUSIVA PER RIBADIRE CHE QUEL POSTO è DEL POPOLO E NON DELLA POLITICA!

Ore 10.30 in Via Tirone... ARRESTATECI TUTTI PER ABUSIVISMO!

Cooperativa (R)ESISTENZA


www.facebook.com/notes/ciro-corona/comunicato-il-fondo-rustico-amato-lamberti-sotto-minaccia-lancia-la-vendemmia-ab/10152428732501569


Movimento Agende Rosse Campania
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl