Telefono Antiplagio e Rapporto Eurispes 2007 - Italia superstiziosa

Telefono Antiplagio e Rapporto Eurispes 2007 - Italia superstiziosa Maghi e astrologi - Illeciti e denunce Antiplagio: Fenomeno in crescita Roma L'Italia è un paese vittima di maghi e superstizioni e con tanti seguacidi Satana, secondo quanto afferma il Rapporto Italia 2007 dell'Eurispes,che statistiche alla mano descrive come, secondo un recente rapporto di TelefonoAntiplagio, nel belpaese sarebbero operanti 22mila tra maghi e astrologi(6mila reclamizzati e 16mila no), con una distribuzione territoriale uniforme,il 39% al nord, il 31% al centro, 30% al sud e nelle isole.

03/feb/2007 01.49.00 Telefono Antiplagio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Maghi e astrologi - Illeciti e denunce
Antiplagio: Fenomeno in crescita
Roma L’Italia è un paese vittima di maghi e superstizioni e con tanti seguacidi Satana, secondo quanto afferma il Rapporto Italia 2007 dell’Eurispes,che statistiche alla mano descrive come, secondo un recente rapporto di TelefonoAntiplagio, nel belpaese sarebbero operanti 22mila tra maghi e astrologi(6mila reclamizzati e 16mila no), con una distribuzione territoriale uniforme,il 39% al nord, il 31% al centro, 30% al sud e nelle isole. Gli illecitisegnalati magia vanno dall’«esercizio del mestiere di ciarlatano a evasionefiscale, circonvenzione di incapace, truffa aggravata, estorsione, esercizioabusivo di professione medica e psicologica» e altri compresi in una lungalista di nefandezze. Gli annunci di maghi e astrologi sono pubblicati anchesu media importanti e questo crea loro un grande seguito di pubblico, inparticolare nel sesso femminile, con il 56% dei clienti che sono donne dell’etàmedia di 44 anni. Tra le materie delle consulenze, le più gettonate sonole questioni sentimentali con il 35%, la salute con il 23% e il lavoro conil 12%. Il livello d’istruzione è un diploma di scuola media per il 45%,scuola elementare nel 39% e di istruzione superiore solo nel 16% dei casi.Esiste poi tutto l’universo del satanismo e dell’occulto, difficile da inquadrare,ma dove sembrano prevalere i cosiddetti “cani sciolti”, vale a dire i giovaniche anche in questo campo rifiutano ogni forma di organizzazione e sono,per questo, più pericolosi e incontrollabili. Il fenomeno, senza sedi, riviste,riunioni “ufficiali” diventa sfuggente sia per gli specialisti che per leforze dell’ordine, con una ritualità “fai-da-te” che ha contatti con subculturemusicali (il metal) e ostenta “attrezzi” del mestiere che lo rendono piùteatrale (candele, fruste, catene). Le segnalazioni di abusi l’anno scorsosono state oltre mille, il 95% dei quali anonimo, e solo una vittima su 100arriva a sporgere denuncia. Il 33% dei ragazzi hanno avuto a che fare conquesto mondo, specie adolescenti tra i 15 e i 17 anni.
Filippo Pala
www.ilmeridiano.info
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl