Ecodom: Consorzio Italiano Recupero e Riciclaggio Eletrodomestici

Ecodom: Consorzio Italiano Recupero e Riciclaggio Eletrodomestici Il consorzio Ecodom: mission e attività Ecodom - Consorzio Italiano Recupero e Riciclaggio Elettrodomestici â_" à il consorzio volontario, senza fini di lucro, costituito nel novembre del 2004 dai principali produttori che operano nel mercato italiano dei grandi elettrodomestici, dalle cappe e degli scalda-acqua, identificati come Categoria 1 nella Direttiva 2002/96/CE dell'Unione Europea sullo smaltimento e il riciclo degli apparecchi elettrici ed elettronici a fine vita.

26/apr/2007 17.49.00 Andrea Pietrarota Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il consorzio Ecodom: mission e attività

Ecodom - Consorzio Italiano Recupero e Riciclaggio Elettrodomestici – è il consorzio volontario, senza fini di lucro, costituito nel novembre del 2004 dai principali produttori che operano nel mercato italiano dei grandi elettrodomestici, dalle cappe e degli scalda-acqua, identificati come Categoria 1 nella Direttiva 2002/96/CE dell'Unione Europea sullo smaltimento e il riciclo degli apparecchi elettrici ed elettronici a fine vita.
Il consorzio Ecodom, insieme ai propri soci fondatori e alle aziende consorziate, intende "coniugare l'eccellenza nel rispetto dell'ambiente e l'efficienza nei processi di trattamento", nell'interesse non solo delle aziende consorziate ma soprattutto dei consumatori.
Con l'entrata in vigore della normativa sui rifiuti elettrici ed elettronici (RAEE) Ecodom sarà responsabile della gestione delle attività di trasporto,  trattamento, riciclo, recupero e smaltimento di grandi elettrodomestici non professionali (freddo, cottura, lavaggio, cappe, scalda-acqua) immessi sul mercato prima del 13 agosto 2007, cioè quelli definiti RAEE "storici", nel pieno rispetto del Decreto Legislativo 151 del 2005, "Attuazione delle direttive 2002/95/CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE".
Al fine di offrire un servizio completo alle aziende consorziate, oltre ai grandi elettrodomestici non professionali, Ecodom potrà gestire anche i piccoli elettrodomestici e i climatizzatori.
A livello operativo, Ecodom intende massimizzare l'efficienza operativa del sistema di raccolta e trattamento attraverso accordi con i migliori partner in tutti i settori interessati (logistica, trattamento, riutilizzo delle materie prime seconde etc.) e la ricerca di tutte le sinergie possibili con altri settori e filiere interessate ai RAEE.
Attraverso la definizione di una fitta rete di accordi con aziende partners specializzate nel settore dei rifiuti, Ecodom offre ai propri consorziati una gamma completa di servizi connessi al processo di trasporto,  trattamento, riciclo, recupero e smaltimento degli elettrodomestici a fine vita:
o    raccolta degli elettrodomestici a fine vita presso i punti di raccolta presenti su tutto il territorio nazionale;
o    trasporto degli elettrodomestici presso gli impianti di trattamento;
o    trattamento, riciclo, recupero e smaltimento dei grandi elettrodomestici presso impianti appositamente selezionati;
o    supervisione su tutte le attività di trattamento degli elettrodomestici al fine di garantire il raggiungimento degli obiettivi di recupero e riciclo delle componenti e dei materiali presenti all'interno degli apparecchi come previsto dal Decreto 151.
A due anni dalla costituzione, il consorzio Ecodom si è dotato di uno staff "snello" in termini quantitativi, anche in relazione ai corrispettivi consorzi europei, ma con competenze specifiche in grado di implementare e gestire il sistema di trattamento, riciclo, recupero e smaltimento degli elettrodomestici a fine vita, rispondendo adeguatamente agli obblighi previsti dal Decreto Legislativo 151.

Insieme al Direttore Generale, Giorgio Arienti, il management del consorzio Ecodom è composto da figure professionali chiamate a presidiare tre aree fondamentali: l'area logistica, l'area dell'information tecnology e l'area della finanza e controllo.

Completano l'organizzazione del Consorzio: il Consiglio di Amministrazione, costituito nel dicembre del 2004 con Piero Moscatelli nominato Presidente, l'Assemblea dei Consorziati e il Collegio dei Probiviri.
Tra i propri soci fondatori il consorzio Ecodom annovera i principali produttori, nazionali e internazionali, di grandi elettrodomestici non professionali (freddo, cottura, lavaggio, cappe e scalda-acqua) operanti nel mercato italiano: Antonio Merloni, B/S/H/ Elettrodomestici, Candy Elettrodomestici, Faber, Franke, Haier Europe Trading, Hoover, Indesit Company, MTS Group-Merloni Termosanitari, Miele Italia, Nardi Elettrodomestici, Smeg, Tecnogas e Whirpool Europe. A questi si aggiungono, in qualità di Consorziati Ordinari, altre 22 aziende produttrici di grandi elettrodomestici in rappresentanza di circa il 70 % del mercato italiano del bianco.
Oltre alle aziende fondatrici, hanno aderito al consorzio Ecodom in qualità di Consorziati Ordinari le seguenti aziende: Baxi, BSD, Gorenje Korting Italia, Frigo 2000, Bompani, Daewoo Electronics, I & D, Best, Terim, Brandt, Falmec, LG Electronics, Elco Italia, Bertazzoni, Boschetti, Idropi, Solisa, Styleboiler, Tecnowind, Evoluzione, F.lli Barazza e Arcelitalia.
L'inizio delle attività di raccolta e recupero da parte dei sistemi collettivi, inizialmente prevista dal Decreto 151/2005 per il 13 agosto 2006, è stata recentemente prorogata al 30 giugno 2007 a causa della necessità di procedere con l'emanazione dei Decreti Ministeriali previsti dal Dlgs. n. 151/05.


Per informazioni:
Hill&Knowlton Gaia
Giorgio Scappaticcio 06-441640309
 scappaticciog@hkgaia.com
Andrea Pietrarota
06-441640327
/ 335-5640825 
pietratoraa@hkgaia.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl