ROMA: AUBERT (FI), BASTA BOX PRIVATI IN PRATI

Tutto questo è stato annunciato in primo luogo senza che nemmeno il consiglio del XVII Municipio ne sia stato informato, ma soprattutto ancora una volta senza consultare i cittadini, un pò come si è fatto per Via Oslavia, Lungotevere Mellini, Via Muggia, Via Corridoni, Via Monte Nero, ecc, quindi senza dargli alcuna garanzia.

09/mag/2007 16.30.00 Coordinamento Forza Italia Municipio Roma XVII Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


COORDINAMENTO FORZA ITALIA MUNICIPIO XVII

 

Roma: AUBERT (FI), BASTA BOX PRIVATI IN PRATI

 

Il consigliere Luca Aubert, coordinatore di Forza Italia del XVII Municipio

di Roma ha dichiarato:

 

Il crollo avvenuto negli uffici dell’ATAC in Via Monte nero, nel novembre scorso ha riproposto, ove mai ne fosse sentito il bisogno, i pericoli e i rischi connessi alla realizzazione del Piano Urbano Parcheggi (P.U.P.) del Comune di Roma, ed in particolare nel quartiere Prati, ma tutto questo sembrerebbe non aver destato alcuna preoccupazione al delegato del Sindaco ai Pup e alla Presidente del XVII Municipio, gia' paladina e sostenitrice ad oltranza del Pup di Via Oslavia, che questa mattina hanno annunciato alla stampa di voler costruire altri 1000 box privati in Viale Mazzini. Tutto questo è stato annunciato in primo luogo senza che nemmeno il consiglio del XVII Municipio ne sia stato informato, ma soprattutto ancora una volta senza consultare i cittadini, un pò come si è fatto per Via Oslavia, Lungotevere Mellini, Via Muggia, Via Corridoni, Via Monte Nero, ecc, quindi senza dargli alcuna garanzia. Tutta questa storia, legata ai PUP che con la forza e i denti si vogliono continuare a costruire in particolare nel quartiere Prati, è una drammatica metafora di come il centrosinistra sta amministrando Roma in questi lunghi anni, un modo di governare miope, tracotante ed ostinatamente insensibile alle esigenze e alle richieste della gente. Non è dato poi sapere se nel progetto di Viale Mazzini sarà garantita almeno la metà dei posti auto da realizzarsi ad uso parcheggio di scambio e non si conoscono ancora dove si andrebbero a localizzare in modo ragionevole le rampe d’accesso che andrebbero stabilite solo dopo aver ascoltato le esigenze e le proposte dei residenti e dei commercianti. Lo scandalo a cielo aperto di Via Oslavia, ricordiamolo, è costata la chiusura di molti esercizi commerciali. Ora ci appelliamo alla ragionevolezza di chi ha responsabilità amministrative, e ci schieriamo, ancora una volta, con i protagonisti “deboli” di questa vicenda, gli abitanti di Prati, spesso anziani e soli, che si vedono defraudati persino della certezza di avere un tetto in testa stabile. Ribadiamo la necessita' di creare parcheggi di scambio per decongestionare il traffico e combattere l'inquinamento, ma in siti idonei e in accordo con i cittadini residenti, per evitare tensioni sociali e lunghe ed estenuanti battaglie legali, che potrebbero inevitabilmente finire per tutelare solo e soltanto l'interesse delle imprese costruttrici.

 

 

 

 

 WWW.LUCAAUBERT.IT


 


----
Email.it, the professional e-mail, gratis per te: clicca qui

Sponsor:
La Cronaca del Carnevale di Ivrea 2007 visto su www.localport.it: per conoscere il Carnevale, per rivivere l’edizione 2007. Acquistalo on line
Clicca qui

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl