una_grande_battaglia_per_la_libertà:_come_passare_al_sof?ÿ?iso-8859-1?Q?tware_libero_e_vivere_felici

Come passare al software libero e vivere felici.

04/nov/2003 06.13.07 Luigi Sedita Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Manuale di autoliberazione informatica

Come passare al software libero e vivere felici. Non solo utili e semplici spiegazioni tecniche, ma anche una panoramica sulle fondamenta di Software Libero e Open Source.

[ZEUS News - www.zeusnews.it - L'occhio di Zeus, 02-11-2003]

Nel mondo dell'informatica si sta combattendo una grande battaglia per la libertà. Da una parte un potere che cerca di appropriarsi di tutti gli strumenti di controllo dell'informazione, fondandosi sulla tutela del diritto d'autore e sul software proprietario, dall'altra, Software Libero e Open Source.

A chi ha compreso che a questa battaglia non ci si può sottrarre, Stefano Barale propone uno strumento di lotta semplice ed utile. Il suo libro "Come passare al software libero e vivere felici - Manuale di autoliberazione informatica" (disponibile anche online) è un'agile sintesi tra teoria e pratica, tra spunti di riflessione e nozioni tecniche praticissime. A rafforzare il contenuto pragmatico del libro, il Cd allegato con il favoloso Knoppix 3.2.

Nel suo prezioso testo, l'autore affronta tutta una serie di argomenti cari a Zeus News: ambiente e consumo critico, Palladium e hardware proprietario, software libero su piattaforma Windows, OpenOffice e formati condivisi, brevetti software, attivismo hacker, diritti digitali, software libero e business e ho citato solo alcuni esempi.

Queste battaglie sono fondamentali, non solo per l'ambito informatico, ma anche per le conseguenze su altri settori dell'economia (approfondimenti qui).

In sintesi, un pregevole punto di partenza per chi vorrebbe passare al software libero, ma ha paura, per chi già usa software libero per motivi tecnici, ma ne ignora le potenzialità ed i motivi di fondo. In fondo, per tutti noi, che abbiamo a cuore le sorti di questo pazzo mondo.

Scheda
Titolo: Come passare al software libero e vivere felici
Sottotitolo: Manuale di autoliberazione informatica
Autore: Stefano Barale
Editore: Berti/ALTREconomia
Prezzo: 10 Euro
Contiene CD Knoppix

Michele Bottari
Per riflettere, Cari saluti a tutti, Luigi Sedita.
 
"Nel mondo globalizzato non esistono limiti al trasferimento dei capitali e alla loro concentrazione. Di pari passo la tecnologia e la ricerca tendono ad accumularsi sempre più nelle mani di poche imprese inducendo un’altrettanto spinto accentramento dei brevetti. Ciò determina un crescente divario tra chi detiene i brevetti e che quindi tende a vivere di sola rendita, e chi non li detiene e che quindi dovrà vivere di solo lavoro.
Questo crea le premesse per l’acuirsi e l’approfondirsi delle disuguaglianze fra classi a livello mondiale, con il diffondersi di tensioni sociali sempre più violente.
In questa situazione il principio giuridico della brevettabilità, intesa come monopolio di fabbricazione e di vendita, creato a suo tempo con la finalità sociale di stimolare l’invenzione e la crescita, diventa un mezzo di concentrazione del potere e di potenziali conflitti. Questo e' ancora più sentito ora che la brevettabilità tende ad essere applicata praticamente ad ogni bene disponibile.
Fermo restando la necessità di remunerare l’invenzione e gli investimenti, resta la necessità di evitare tali rischiosi scompensi sociali, ridefinendo il principio brevettuale, consentendo quindi le royalties ma evitando il monopolio di fabbricazione e di vendita. Il monopolio inoltre, limitando la concorrenza, rappresenta una barriera alla diffusione delle merci e dei saperi."
 
http://www.puntorosso.it/
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl