[COMUNICATO STAMPA] Insabbiamento del Decreto su Rete Natura 2000

[COMUNICATO STAMPA] Insabbiamento del Decreto su Rete Natura 2000 [COMUNICATO STAMPA] TENTATIVI DI INSABBIAMENTO DEL DECRETO SU RETE NATURA 2000 A FAVORE DELLA BIODIVERSITA': I CACCIATORI VOGLIONO MANTENERE I PROPRI PRIVILEGI 2 agosto 2007 Il 31 luglio le Comissioni Ambiente e Agricoltura della Camera, in seduta congiunta, hanno votato a favore della risoluzione n. 7-00260 che, di fatto, contribuisce a "insabbiare" i lavori di approvazione del Decreto Ministeriale su "Rete Natura 2000".

02/ago/2007 00.49.00 Caccia il Cacciatore Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
[COMUNICATO STAMPA]
TENTATIVI DI INSABBIAMENTO DEL DECRETO
SU RETE NATURA 2000 A FAVORE DELLA BIODIVERSITA':
I CACCIATORI VOGLIONO MANTENERE I PROPRI PRIVILEGI
2 agosto 2007

Il 31 luglio le Comissioni Ambiente e Agricoltura della Camera, in seduta congiunta, hanno votato a favore della risoluzione n. 7-00260 che, di fatto, contribuisce a "insabbiare" i lavori di approvazione del Decreto Ministeriale su "Rete Natura 2000".

Questo Decreto deve essere invece urgentemente messo in atto per rispettare gli obblighi europei sulla tutela della biodiversita', anche perche' sono stati avviati dalla Commissione europea diversi procedimenti di infrazione a carico dell'Italia per la mancata applicazione della direttiva comunitaria in materia di conservazione della fauna selvatica.

Ma, come gia' accaduto nell'autunno del 2006 con il decreto legge sulle ZPS (Zone a Protezione Speciale) la lobby dei cacciatori si fa sentire, e difatti e' stata approvata il 31 luglio nelle commissioni Ambiente e Agricoltura la risoluzione 7-00260 "Criteri minimi uniformi per la disciplina delle zone di protezione speciale e di altre aree protette", che causer un allungamento dei tempi, e significhera' certamente altre condanne da parte dell'Unione Europea.

A quanto pare sono sempre i cacciatori, non la societa' civile, a far da padroni. Persone che girano a mano armata in casa altrui, che non danno la possibilita' a chi lavora, vive, si reca in campagna di vivere al sicuro.

"Sono decine i morti e feriti per arma da caccia o per 'incidente' di caccia, e questo solo da una rassegna stampa parziale" affermano i rappresentanti dell'Associazione Italiana Familiari e Vittime della Caccia, che opera da ormai tre anni per contrastare la pratica venatoria per la sua pericolosita' per l'incolumita' pubblica e le tante situazioni di disagio e di disturbo che questa comporta a molte famiglie che abitano e lavorano in campagna o che amano trascorrervi il tempo libero. "Un 1% di persone che vogliono dettar legge su tutte le altre e non vogliono rispettare le direttive europee di tutela della natura."

"Il Decreto su Rete Natura 2000 deve essere approvato al piu' presto, per rispettare la legalita' e i diritti di tutti" conclude l'Associazione Italiana Familiari e Vittime della Caccia.


Per informazioni:
info@cacciailcacciatore.org - www.cacciailcacciatore.org
3336705842 (da non pubblicare)

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl