ROMA: AUBERT (FI), NO ALLA CONVENZIONE PARCHEGGIO TERMINAL GIANICOLO PER I RESIDENTI DI BORGO PIO

ROMA: AUBERT (FI), NO ALLA CONVENZIONE PARCHEGGIO TERMINAL GIANICOLO PER I RESIDENTI DI BORGO PIO comunicato stampa ROMA: AUBERT (FI), SCRIVE AI RESIDENTI BORGO CONTRO CONVENZIONE PARCHEGGIO TERMINAL GIANICOLO Luca Aubert, capogruppo di Forza Italia al XVII Municipio e membro del direttivo romano del partito ha dichiarato: Il Municipio XVII e la Società che gestisce attualemente il parcheggio sotterraneo del Gianicolo hanno stipulato una convenzione con il lodevole intento di «lasciare fuori le auto da Borgo Pio» ma che, di fatto, costringerebbe i residenti del Rione a parcheggiare colà la propria auto, pagando ben 160 euro mensili, una cifra superiore a quello che costa, in m edia, una autorimessa privata, oltre a sottoporli allo stress quotidiano di andare a prendere l'automobile a più di un chilometro di distanza dalla propria abitazione, oltre che a infliggerle loro una ulteriore tassa e ingusta sul parcheggio.

04/feb/2008 08.19.00 Coordinamento Forza Italia Municipio Roma XVII Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.




comunicato stampa

ROMA: AUBERT (FI), SCRIVE AI RESIDENTI BORGO CONTRO CONVENZIONE PARCHEGGIO TERMINAL GIANICOLO

Luca Aubert, capogruppo di Forza Italia al XVII Municipio e membro del direttivo romano del partito ha dichiarato:


Il Municipio XVII e la Società che gestisce attualemente il parcheggio sotterraneo del Gianicolo hanno stipulato una convenzione con il lodevole intento di  «lasciare fuori le auto da Borgo Pio» ma che, di fatto, costringerebbe i residenti del Rione a parcheggiare colà la propria auto, pagando ben 160 euro mensili, una cifra superiore a quello che costa, in m edia, una autorimessa privata, oltre a sottoporli allo stress quotidiano di andare a prendere l’automobile a più di un chilometro di distanza dalla propria abitazione, oltre che a infliggerle loro una ulteriore tassa e ingusta sul parcheggio. Non basta: nella convenzione si precisa che “nel caso in cui durante l’arco della giornata, la capacità massima del parcheggio sia esaurita né il Municipio, né tanto meno l’utilizzatore" potranno eccepire alcunchè alla stessa Società, la quale, inoltre, si “riserva comunque la facoltà di modificare detta tariffa nei successivi anni, secondo il proprio insindacabile giudizio”. Oltre il disagio, la beffa! Le iniziative del Presidente del XVII Municipio su Borgo Pio, come per Via della Conciliazione, dimostrano quanto questa maggioranza tenga poco in considerazione i problemi della viabilità e della mobilit&ag rave; dei cittadini. Forse i residenti di Borgo devono scontare proprio la colpa di vivere lì, in un rione storico che serve a questa Giunta municipale esclusivamente come vetrina da tenere sgombera dalle auto, ad uso e consumo dei turisti. Scriverò una lettera ai residenti e ai commercianti della zona invitandoli a non aderire a questa incongrua convenzione che ha come unico obiettivo quello di aiutare una società privata in affanno che si trova a gestire il parcheggio suddetto, opera realizzata da Rutelli per il Giubileo del 2000 che si è rivelata tanto inutile quanto costosa.

www.lucaaubert.it



----
Email.it, the professional e-mail, gratis per te: clicca qui

Sponsor:
Non ti senti pronto per la primavera? Vai su www.grandinettisport.com e corri in palestra!!!
Clicca qui

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl