Fw: ciao, sono l'Embrione!

04/gen/2004 04.30.26 Utente Non Registrato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Dall'universita delle donne: ciao, sono l'Embrione! ce ne avete messo di
tempo, ma finalmente ora ho i miei diritti!

Con la nuova legge 147 sono finalmente una persona giuridica a tutti gli
effetti, proprio come la mia mamma, anzi di più; lei diventa la mia
incubatrice: la mia sorte non dipende più dalla donna che, si sa, per sue
caratteristiche biologiche non è in grado di giudicare in modo equilibrato
della propria vita, figuriamoci della mia!

Il mio viaggio comincia nel momento in cui ovociti di mammina e spermatozoi
di papino si incontrano nel bar-provetta, dove nasco come embrione insieme
ad altri due.
Da qui veniamo impiantati nella mamma-incubatrice, in tre per legge, né più
né meno & una bella city-car, eh?
C'è da dire che il viaggio potrebbe risultare un po' scomodo (la gravidanza
trigemellare aumenta il rischio che noi si nasca un tantino malformati/e) e
con qualche imprevisto
per mamma-incubatrice (bombardata di ormoni perché le sue ovaie producano
ovociti) ma questo, volendo, è anche il meno, perché io sono sacro: non
sono sottoposto a controlli, neppure se i miei genitori sono portatori di
malattie genetiche!

Mi manca solo di poter scegliere chi e come saranno i miei genitori; anzi
questo l'hanno già fatto in Parlamento per me.
Per la legge, infatti, i miei genitori devono essere: - DUE -
ETEROSESSUALI - SPOSATI (art. 4: vietata la fecondazione eterologa, che
ricorre alla donazione di ovociti o semi esterni alla coppia) (art. 5: le
tecniche di fecondazione assistita possono essere utilizzate solo da coppie
eterosessuali in età fertile, che siano sposate o date di fatto: le coppie
di fatto non sono riconosciute se non in poche Regioni) - RICCHI (art. 3: la
fecondazione assistita è esclusa dalle prestazioni del servizio sanitario
nazionale).

Ma quello che abbiamo ottenuto, come embrioni, non è che l'inizio.
Ora rimane solo da sistemare la vecchia faccenda della legge 194
sull'aborto; sappiamo che già in molti ritengono anacronistico che le donne
possano decidere autonomamente del proprio corpo. Siamo fiduciosi: possiamo
contare su personaggi di rilievo, contrariamente a chi continua a blaterare
di Stato laico e fandonie del genere.

Saluto gli amici embrioni con l'augurio che i bombardamenti ormonali
facciano presto spuntare una terza tetta alle nostre mamme!
Ehm, un'ultima cosa: spero comunque di nascere maschio!



_________________________________________________________________
Il servizio Postemail sottopone tutti i documenti a una scansione
automatica antivirus con i programmi TREND MICRO.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl