Dichiarazione della Chiesa di Scientology italiana

10/set/2008 18.01.48 Chiesa Nazionale di Scientology d'Italia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

DICHIARAZIONE DELLA

CHIESA
DI SCIENTOLOGY ITALIANA
 
Ci ha sorpreso la tempestività con la quale i media italiani hanno diffuso la notizia relativa alla vicenda riguardante la Chiesa di Scientology di Parigi.

Ancora di più ci ha sorpreso la quantità di attenzione che tale vicenda ha ricevuto.

Evidentemente Scientology fa notizia. Del resto non si spiegherebbe una tale quantità di parole scritte e dette per una vicenda della quale i diretti interessati (almeno fino a questo momento) non hanno ancora ricevuto nessuna comunicazione giudiziaria.

Per come la vicenda si sta evolvendo ed è stata presentata, rileviamo che il bersaglio non è il reato eventualmente commesso da qualche singolo individuo, ma Scientology in quanto religione.

Quand'anche si appurasse che è stato commesso un reato (cosa comunque ancora da dimostrare), questo caso non può diventare il criterio di valutazione di un intero sistema di credenze, pratiche e attività che sono state riconosciute essere genuinamente religiose da sociologi, teologi e professori di storia delle religioni di tutto il mondo.

Quanto sta accadendo in Francia è dovuto alle illiberali e antidemocratiche attività di qualche sedicente gruppo antisette (ma il termine più corretto dovrebbe essere anti-liberali) che istiga all'odio religioso, aizzando persone ad adire le vie legali nel tentativo perverso di infangare, danneggiare e limitare la libertà di coscienza e religione di migliaia di cittadini.

Il famigerato rapporto sulle cosiddette sette del 1995, che elenca le minoranze religiose invise a questi tipi di gruppi e che fa da sostrato alla discriminazione religiosa verso Scientology ed altre confessioni, è una palese violazione dei diritti umani più fondamentali.

Quanto sta accadendo in Francia è anche frutto del grave ritardo culturale che si è creato nei confronti delle minoranze religiose e del concetto di libertà religiosa che invece permea altri paesi europei.

Lo stesso clima di sospetto e intolleranza lo si era visto più di venti anni fa in Italia ed in Spagna. In Italia, la natura religiosa di Scientology Estata riconosciuta dalla magistratura con la sentenza della Corte d'Appello di Milano del 5 ottobre 2000 e, nel dicembre 2007, il Ministero di Giustizia spagnolo ha riconosciuto ufficialmente alla Chiesa Nazionale di Scientology di Spagna lo status di ente religioso, iscrivendola nel registro nazionale degli enti di culto.

La Chiesa di Scientology è stata riconosciuta ufficialmente quale ente religioso anche dai governi dei seguenti paesi:

Stati Uniti dAmerica, Canada, Australia, Nuova Zelanda, Tanzania, Sud Africa, Venezuela, Ecuador, Brasile, Costa Rica, Filippine, India, Sri Lanka, Kazakistan, Kirghizistan, Taiwan, Svezia e Portogallo.

(FINE)

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl