racconti a tema libero - bando di concorso Antologia narrativa di Autori Italiani Comune di Signa

La Torre Via XX Settembre, 22 - 50058 - SIGNA FI -,

Allegati

12/mar/2004 04.23.55 Luigi Sedita Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
----- Original Message -----
Sent: Tuesday, March 09, 2004 10:01 PM
Subject: Antologia di narrativa P

 

L’Associazione Pro-Arte La Torre, con il patrocinio del Comune di Signa, dopo il successo ‘serate-lettura’ di brevi racconti, operate in due edizioni, quest’anno propone, su scala nazionale, una Raccolta Antologica di Autori Italiani di narrativa, che sarà pubblicata dalle Edizioni Agèmina.

Ogni Autore potrà partecipare con uno o più racconti a tema libero (Ogni racconto non dovrà superare le quattro cartelle dattiloscritte di 30 righe ciascuna e 60 battute per rigo, da inviare all’Associazione Pro-Arte La Torre Via XX Settembre, 22 - 50058 - SIGNA FI -, possibilmente su dischetto in scrittura word, da allegare al testo cartaceo, per eventuali correzioni).

I racconti dovranno essere spediti entro e non oltre il 20 marzo p.v.

Una Giuria composta da: Luigi Lo Canto (critico letterario)

Sandro Capra (scrittore)

Pina Vicario (editore)

sceglierà le opere migliori.  Le opere non selezionate non verranno restituite.

Verrà restituita, invece, la somma versata, sottratta delle spese postali.

Dalla data del 20 marzo, si prevedono 2 mesi di tempo per la realizzazione del libro.

- Insieme al racconto o ai racconti, l’Autore dovrà inviare un breve “curriculum”.

- I racconti devono essere inediti e ogni scrittore dovrà dichiarare di essere unico e solo autore del lavoro spedito.

- L’opera, dal titolo “Racconti Italiani del 2000” verrà realizzata in numero di 1000 copie, formato 14 x 21, interni un solo colore, gr. 100, copertina brossura in quadricromia, plastificato opaco, cartoncino gr. 250, rilegatura filo refe.

- L’opera sarà presentata al pubblico nella sala BLU del Comune di Signa e successivamente in una sede di prestigio della città di Firenze.

Delle mille copie pubblicate, 500 saranno distribuite agli Autori (20 copie a ciascuno); 100 copie rimarranno a disposizione dell’Associazione; 100 copie al Comune di Signa; 100 copie alla Banca Credito Cooperativo di Signa. Le 200 copie rimanenti verranno immesse sul mercato dalle Edizioni Agemina. Le copie invendute verrano restituite gratuitamente all’Associazione.

L’Associazione non dispone di mezzi economici propri, quindi per poter pubblicare, necessita di un contributo da parte dell’Autore di Euro 85 + 15 per spese organizzative, per un totale di euro 100 (cento).

Il pagamento dovrà essere effettuato tramite bonifico bancario indirizzato a C.R.F. agenzia di Signa ABI 06160 CAB 38111 c/c n. 436. La ricevuta di pagamento dovrà essere allegata ai testi.

Va compilato il presente bando in ogni sua parte da inviare insieme al racconto o ai racconti.

 

Io sottoscritto/a ______________________________________________ nato/a  a_________________________________

 

Prov. _____ Residente a _______________________________________________________Prov ____________________

 

Cap _________Via ____________________________________ Codice fiscale ___________________________________

 

n. di telefono _____________________ avendo letto il sopra indicato bando, relativo alla pubblicazione di un’antologia di racconti, invio n. ___  (in lettere) ­­­­­­­­­­­­__________  racconti, di cui mi dichiaro unico e solo Autore.

 

Allego ricevuta di pagamento avvenuta a  mezzo _____________________________________________

 

Data _______________________________

 

In Fede

 

 

Firma dell’Autore  __________________________________

 

 

Caro Luigi,

ti invio il bando per la pubblicazione di un’antologia di 25 racconti a tema libero.

Se puoi diffonderlo presso i tuoi conoscenti, ti ringrazio.

 

Seguo la posta che mi invii con attenzione.  Molto interessante!...  

 

Sono perfettamente d’accordo con te e naturalmente con Di Pietro.

 

Stasera a Ballarò c’è il ministro Sirchia, il quale afferma che le malattie si curano mangiando bene e facendo ginnastica e intanto la Bindi diventa porpora di rabbia.

 

Ciao, a presto

 

                           Pina

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl