Brunetta e Biani

Brunetta e Biani, la violenza e la nonviolenza La nonviolenza è la forza della verità.

01/ott/2008 16.53.14 Movimento Nonviolento Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

comunicato stampa del Movimento Nonviolento sulla vignetta apparsa su

L'Unità, accusata di istigazione alla violenza armata.





Brunetta e Biani, la violenza e la nonviolenza



La nonviolenza è la forza della verità. L'ha detto Gandhi, e quindi c'è

da credergli. E allora sforziamoci di cercarla questa verità, anche

nella paradossale vicenda della vignetta "incriminata", pubblicata su

L'Unità, accusata di istigazione alla violenza armata contro Brunetta.

Il quotidiano Libero gli ha dedicato la prima pagina di ieri, con un

attacco pesante. Il Ministro Gasparri l'ha dipinto come un pericoloso

terrorista.

Ma chi è 'sto Biani? E' un vignettista bravissimo, e generoso. Ha vinto

premi per il suo lavoro satirico, pubblica su moltissimi giornali. Da

anni presta gratuitamente la sua opera per illustrare la rivista Azione

nonviolenta, fondata nel 1964 da Aldo Capitini, l'ideatore della grande

Marcia per la pace Perugia-Assisi. Biani è il disegnatore ufficiale del

Movimento Nonviolento. Biani è stato anche scout, lavora nel settore

dell'handicap, chi lo conosce sa che è persona buona e di grande

disponibilità. E' un vero amico della nonviolenza.

E allora, perchè ha fatto una vignetta così truce? E' impazzito? Ha una

doppia personalità? Senza voler entrare nell'ampio dibattito su cosa sia

la satira, la libertà di critica, l'espressione artistica, eccetera, a

noi pare che Biani abbia semplicemente messo in disegno una semplice

verità: che la violenza non è solo quella delle armi, ma anche quella

delle parole e delle strutture ingiuste, e che violenza chiama violenza.

E' un insegnamento "antico come le montagne": la spirale di violenza si

spezza solo con la scelta della nonviolenza.

Allora appare chiaro che a chiedere scusa all'opinione pubblica non deve

essere il vignettista, ma chi la violenza semina. Chieda scusa Borghezio

ai fedeli dell'islam paragonati a "maiali", chieda scusa Bossi ai

“terroni” equiparati a mafiosi, chieda scusa Berlusconi a tutti i

“coglioni” che votano diversamente da lui, chieda scusa Brunetta a tutti

i “fannulloni” impiegati pubblici pagati meno di mille euro al mese.

La nonviolenza è la forza della verità, espressa anche con un disegno

scomodo.





Mao Valpiana

Direttore di "Azione nonviolenta"

del Movimento Nonviolento





Verona, 1 ottobre 2008

--

_____________________

Movimento Nonviolento

via Spagna, 8

37123 Verona



tel. 045 8009803

Fax 045 8009212



sito: www.nonviolenti.org





War is over (John Lennon)



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl