Fw: da societacivile.it: - alfa e beta: archiviazione inquietante

29/mag/2002 01.29.06 Luigi Sedita Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
dal sito

  http://www.societacivile.it 

Alfa e Beta: colpevoli o innocenti?

Disponibile sul sito il decreto del gip del 3 maggio 2002
su Berlusconi (Alfa) e Dell'Utri (Beta), indagati come mandanti della strage Falcone.

Il decennale della morte di Giovanni Falcone si sta trasformando nella fiera dell¹ipocrisia e in una commedia degli equivoci.
I nemici di Falcone vivo, oggi celebrano Falcone morto e lo usano per fini politici. I suoi avversari mortali mettono sotto accusa chi si era tuttalpiù permesso di avanzare qualche legittima critica al giudice.
È il paradossale è che nessuno risponde, nessuno si alza a gridare la verità.
E cioè che indagati per dieci anni, a Palermo, Caltanissetta e Firenze, come mandanti delle stragi del 1992-93, sono stati due personaggi di nome Silvio Berlusconi e Marcello Dell¹Utri. L¹indagine di Caltanissetta è terminata il 3 maggio 2002 con un decreto di archiviazione del gip. Che lascia aperte molte domande. Inquietanti. Leggere per credere. Per questo il sito societacivile.it ha deciso di mettere on line quel documento, mettendolo a disposizione di tutti i cittadini.

All¹indirizzo http://www.societacivile.it   http://www.societacivile.it/memoria/memoria.html 


Milano, 22 maggio 2002


pag. 68 del decreto di archiviazione del tribunale di Caltanissettta

.......elementi relativi ai contatti e alle frequentazioni di Dell’Utri con esponenti della stessa cosca  rendono quantomeno non del tutto implausibili nè peregrine le ricostruzioni offerte dai diversi

collaboratori di giustizia, esaminate nel presente procedimento, in base alle dichiarazioni dei quali si è ricavato che gli odierni indagati erano considerati facilmente contattabili dal gruppo criminale; vi è insomma da ritenere che tali rapporti di affari con soggetti legati all’organizzazione

abbiano quantomeno legittimato agli occhi degli "uomini d’onore" l’idea che Berlusconi e Dell’Utri potessero divenire interlocutori privilegiati di "cosa nostra".

A ciò si aggiunga che altri soggetti comunque legati al gruppo Fininvest avevano intrattenuto rapporti di affari con personaggi di "cosa nostra" (sul punto si fa richiamo ai numerosi atti contenuti nei faldoni 4/A1, 4/A5, 4/A6, relativi a Massimo Maria Berruti, la persona che secondo Siino avrebbe fatto da intermediario con Berlusconi per una delle trattative finalizzate a propugnare una legislazione più favorevole a "cosa nostra").

Infine il gruppo Fininvest, nella sua progressiva espansione nel settore televisivo, incorporò tra l’aprile e il novembre del 1991 ben cinque società che avevano sede a Palermo .... la circostanza rende pure plausibile che "cosa nostra", ..... non rimanesse inerte dinanzi all’avanzare di una realtà imprenditoriale di quelle  proporzioni, perlopiù facente capo ad un gruppo nel quale si muovevano soggetti già considerati facilmente avvicinabili in forza di pregressi rapporti.

......


----
Prendi GRATIS l'email universale che... risparmia: clicca qui

Sponsor:
Il simbolo della rete ha compiuto da poco i 450 anni;
Ordina il tuo portafortuna su Airbook.it!
Clicca qui

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl