a Scampia manifestazione finale della II edizione Il Mito del Mammut e convegno “fare scuola, fare città”.

14/mag/2009 01.42.23 Centro Territoriale a Scampia - Mammut Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

“Fare scuola, fare città”
Seminario del ciclo bambini e città
della Scuola per formatori Mammut
28 maggio 2009 ore 16:00
Sede del Centro territoriale a Scampia – Mammut
Piazza Grandi Eventi di Scampia - Napoli
 
Gran finale Il Mito del Mammut II edizione
Concorso rivolto a Scuole e Associazioni
sul recupero degli spazi pubblici con e per i bambini
29 maggio 2009 ore 9:30 – 13:30
Piazza dei Grandi Eventi di Scampia – Napoli
 
 
Manifestazione finale della II edizione Il Mito del Mammut
e convegno “fare scuola, fare città”.
 
Recuperiamo le strade con i bambini e non i bambini dalle strade!!! Il 28 e 29 maggio, in Piazza Grandi Eventi di Scampia, due appuntamenti cittadini per insegnanti, artisti, ricercatori e operatori sociali a chiusura del secondo anno del Mito del Mammut, percorso didattico di teatro quartiere del Centro Territoriale Mammut.
 
 
Ancora una volta parte da Scampia la ripresa degli spazi pubblici della città. Dopo la sperimentazione dell’anno scorso che ha registrato oltre 5.000 presenze, tra le 14 scuole e associazioni del quartiere che hanno fatto scuola in spazi abbandonati della città, quest’anno il percorso didattico proposto dal Centro Territoriale Mammut si allarga anche alle città di S. Giorgio a Cremano, Pozzuoli e ad altri quartieri napoletani.
Il tema resta lo stesso: ripensare il modo di fare scuola trasformando, nel contempo, la città. Un’idea vecchia, quanto messa da parte negli ultimi decenni, soffocata tra primato dello spazio privato (familiare, educativo, di culto…) e demonizzazione della strada.
Nata a settembre 2008 attraverso la redazione e la divulgazione nell’ambito regionale di un bando di gara, la seconda edizione del Mito del Mammut ha fatto leva sul meccanismo della “competizione” per alimentare la cooperazione tra scuole e altri attori sociali.
Attraverso la messa in rete di artisti, istituzioni e territorio il lavoro del Centro Territoriale Mammut ha dato forza a spinte e potenzialità già presenti nelle scuole partecipanti. A partire dal dicembre 2008, ciascuna agenzia partecipante ha “adottato” uno spazio pubblico abbandonato nelle proprie vicinanze, decidendo come farlo diventare di nuovo vivibile attraverso le normali ore tra attività e didattica scolastica. Le storie dei giochi di strada americani e un laboratorio di ceramica hanno per esempio fatto da sfondo alle insegnanti di italiano, matematica e inglese che, attraverso le normali ore di lezione, lavoravano al recupero dello spiazzo antistante la loro scuola, spazio da sempre incolto e pieno di immondizie. Stesso discorso per il 5° Circolo Didattico di Pozzuoli, il 58° Circolo di Monterosa, la SMS Levi di Scampia, la SMS G. Dorso di S. Giorgio a Cremano e la ludoteca “Vulimm’ pazzià” di Secondigliano. Nella giornata finale organizzata sul proprio spazio, secondo un calendario che va dal 18 al 23 maggio, ciascuna scuola e associazione del Mito del Mammut 2009, ha chiamato a raccolta le forze sane del territorio: nonni, genitori, attivisti, altre scuole agendo, almeno per un giorno, le loro proposte di trasformazione di questi spazi. Proposte che, se saranno accolte dalle istituzioni, potrebbero far germinare luoghi di città finalmente liberati dagli incubi della sicurezza e dell’incuria.
Anche quest’anno tutti i partecipanti si daranno appuntamento nella Piazza dei Grandi Eventi di Scampia per l’incontro/scontro finale del 29 maggio 2009, restituendo centralità a un luogo da sempre bollato come periferia delle periferie e agendo il rito collettivo di un gioco che si fa scuola, festa e modo rinnovato di essere città. Durante l’incontro la giuria assegnerà al vincitore il premio finale, corrispondente a 3.000 euro, spendibili in arredi per gli spazi esterni dell’agenzia partecipante e percorsi didattici cittadini.
La “Scuola per formatori Mammut”, che ha supportato per l’intero anno il percorso del Mito del Mammut 2009 attraverso il ciclo di incontri, film e seminari dal titolo “Bambini e città”, accompagna anche il momento finale del percorso con il convegno del 28 maggio “Fare scuola, fare città”. Durante l’incontro pubblico infatti, anche grazie alla presenza dell’architetto milanese Giacomo Borella, del ricercatore Luca Lambertini e di altri esperti di “costruzione sociale” della città, gli insegnanti, gli alunni, i maestri d’arte e i ricercatori sociali che hanno lavorato al Mito del Mammut 2009 racconteranno la propria esperienza anche attraverso video e foto, confrontandosi su quanto sono andati scoprendo durante l’anno.
 
 
Le attività del Centro Territoriale a Scampia Mammut sonorealizzate dall’Associazione di promozione sociale Compare in rete con agenzie educative in ambito cittadino e nazionale ed in collaborazione con l’VIII Municipalità del Comune di Napoli. Il progetto è finanziato dalla Regione Campania - Assessorato alle Politiche Sociali e dalla Fondazione Banco di Napoli per l'Assistenza all'Infanzia.
 
 
 
 
 
 
 
Calendario delle giornate finali Il Mito del Mammut II edizione:
 
Sabato 16 maggio
Piazzetta del Lino e aiuola di vico Storto del Pozzo – Napoli
Bambini e ragazzi della dell'Associazione Arco Iris, ludoteca “Vulimm’ pazzià” di Secondigliano, ridanno vita a una piazza abbandonata e ad un’aiuola trascurata piantando una magica spirale degli odori e costruendo giochi e cestini dell’immondizia con materiale riciclato.
Mastro di bottega: Archintontorno
 
venerdì 22 maggio
Slargo via Caio Vestorio – Pozzuoli (Na)
Attorno alla storia mitica dell’amicizia tra un delfino e un bambino, gli alunni del 5° circolo didattico di Pozzuoli recuperano, supportati da un’indagine sociologica da loro svolta nel quartiere, lo slargo antistante la scuola, anche attraverso laboratori di ceramica, riciclo, di sartoria, di mosaici e antichi mestieri.
Mastro di bottega: Pasquale Amato
 
mercoledì 20 maggio
Piazzetta Monterosa - Scampia
Come nasce una piazza dove non va più nessuno? Bambinie genitori del 58° circolo didattico Monterosa di Scampia – vanno in giro per il quartiere alla scoperta dei motivi che spingono le persone ad abbandonare un luogo, attraverso interviste e osservazioni sul campo, grazie all’aiuto di un sociologo e delle loro maestre.
Mastro di bottega: Rosario D’Angelo
 
sabato 23 maggio 
Viale Formisano – S. Giorgio a Cremano (Na)
Gli abitanti della città di S. Giorgio hanno chiesto aiuto niente di meno che agli eroici fratelli che diedero il nome al loro viale. Tra teatro e installazioni artistiche, ragazzi e insegnanti della S.M.S. G. Dorso di San Giorgio a Cremano, tentano di riconquistare libertà e bellezza perdute a partire dalle vicende dei loro eroi.
Mastro di bottega: Nicola Laieta
 
martedì 19 maggio
Giardinetto via Ghisleri
Giochi e storie da “street” americana hanno ispirato ragazzi
e insegnanti della scuola SMS S. Pertini di Scampia nel ripensare lo
spazio percorso ogni giorno. Laboratori di creta e ricerche
collettive, hanno ridisegnato un pezzo di città.
Mastro bottega: Gianni Sicca
 
lunedì 18 maggio
Strada, aiuola e colonnato antistante p.zza Grandi Eventi
Proprio davanti alla piazza Grandi Eventi di Scampia, attraverso disegni artistici e cartonaggio variegato, i ragazzi della scuola SMS C. Levi di Scampia hanno immaginato come spazi di desolazione potrebbero ridiventare umani.
Mastro di bottega: Peppe Cerillo
 
 
Vota lo spazio:
Anche se a vincere è tutta la città (perché tutti insieme ci saremo ripresi 6 spazi abbondati), il 29 maggio nella piazza dei Grani Eventi di Scampia si svolgerà la finale tra tutti i partecipanti per decidere il progetto più bello. Tra imprese titaniche e prove fantasmagoriche, sarà l’incorruttibile giuria appositamente nominata a decidere chi riceverà il premio. Se vuoi essere anche tu un giurato, scrivi all’indirizzo mammut.napoli@gmail.com
Per saperne di più, collegati a  http://www.mammutnapoli.org/
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl