Ddl intercettazioni atto finale, l'indignazione di Soldà

12/giu/2009 16.30.16 Italia dei Diritti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Questa e-mail ti giunge perchè sei iscritto alla newsletter:

Movimento Nazionale

http://www.italymedia.it/italiadeidiritti

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Musica, viaggi, sport, borsa, amicizie, economia, oroscopo, sexy, news, lavoro, divertimento, aggiornamenti. Centinaia di newsletters gratuite, ti aspettano su http://www.mailextra.com

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

COMUNICATO STAMPA



Ddl intercettazioni atto finale, l'indignazione di Soldà



Il vicepresidente dell'Italia dei Diritti: "Bavaglio alla libera informazione, l'approvazione della legge va fermata"



Fra proteste, urla e insulti in aula, il ddl sulle intercettazioni è passato alla Camera ieri nel tardo pomeriggio con 325 voti favorevoli, 246 contrari e due astensioni. "Combattere la criminalità in Italia diventerà sempre più difficile grazie a questo disegno di legge" dichiara Roberto Soldà, vicepresidente dell'Italia dei Diritti. "Non solo i magistrati avranno le mani legate, ma anche il diritto di cronaca e di critica da parte della stampa rischia di rimanere fortemente penalizzato."

Fra i punti chiave del disegno ci sono il controllo delle telefonate, che potranno essere intercettate solo sulla base di <<gravi indizi di colpevolezza>> e per un tempo massimo di trenta giorni ad eccezione dei delitti di mafia e terrorismo organizzato, il divieto di pubblicazione o di riassunto parziale di atti di indagine preliminare, il carcere da sei mesi a un anno per i giornalisti che pubblicano le intercettazioni e il divieto per i magistrati di rilasciare pubbliche dichiarazioni sui procedimenti. "Il Presidente della Repubblica dovrebbe accogliere i numerosi appelli che sono in corso per fermare questo disegno, un'altra mina alla nostra Costituzione. Bisogna evitare che criminali, mafiosi e camorristi gioiscano di questo provvedimento sentendosi liberi di agire indisturbati" conclude Soldà, vicepresidente del movimento guidato da Antonello de Pierro.

Questa legge non è una legge contro le intercettazioni, non è una legge contro i giornalisti, è una legge contro il diritto di informazione e deleteria per la sicurezza pubblica, e come tale deve essere bloccata.



Ufficio Stampa Italia dei Diritti

Addetti Stampa

Chiara Landi - Alessandro Magnanelli

Capo Ufficio Stampa

Fabio Bucciarelli

Via Virginia Agnelli, 89 - 00151 Roma

Tel. 06-97606564; cell. 347-7463784

e-mail: italiadeidiritti@yahoo.it

sito web www.italymedia.it/italiadeidiritti





°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

www.mailextra.com - CENTINAIA DI NEWSLETTER GRATUITE!

LA NEWSLETTER IN EVIDENZA DI OGGI:

ARSNEWSLETTER

la newsletter informerà delle iniziative dell'Associazione per il rinnovamento della sinistra, e sugli aggiornamenti del sito www.arsinistra.it, promuoverà dibattiti e segnalerà testi attinenti ai problemi del rinnovamento della sinistra

Per iscriversi alla newsletter descritta clicca qui: http://www.mailextra.com/newsletter.asp?ID=5878

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Per cancellarsi dal servizio di newsletter clicca qui:

http://www.mailextra.com/elimina.asp?ID=11836



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl