La Chiesa Cattolica è pronta per un Papa Nero?

05/ott/2009 18.12.48 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Peter Kodwo Appiah Turkson

Il cardinale Peter Turkson con alcuni fedeli

Secondo  il cardinale del Ghana Peter Kodwo Appiah Turkson la Chiesa Cattolica  sarebbe pronta all’elezione di un papa africano. Durante una conferenza stampa dedicata all’assise che si sta attualmente svolgendo in Vaticano, il relatore generale del Sinodo speciale sull’Africa, ha commentato positivamente l’elezione di un afroamericano alla presidenza degli Stati Uniti, allargando però il tiro. “Abbiamo avuto – ha infatti dichiarato il porporato ghanese -  un segretario generale delle Nazioni Unite del Ghana, Kofi Annan , ora abbiamo Obama, se la Divina provvidenza ci permetterà di vedere questa possibilità dovremmo ringraziare il Signore e non certo esserne sconvolti. Questa esperienza è già stata fatta in politica e anche la Chiesa è pronta. La Chiesa è universale e non è difficile per un africano diventare il vescovo di Roma. Tutto questo è possibilissimo, perché no, non credo che ci debbano essere obiezioni a un Papa nero”.

Il discorso di Turkson non può che essere condivisibile anche se forse un po’ troppo illuminato per la situazione in cui riversa la Chiesa Cattolica oggi, con il papato estremamente reazionario di Benedetto XVI. Come lo stesso cardinale Turkson ammette “Magari dovremmo discuterne con il papa, ma questo non dovrebbe sconvolgere nessuno. Abbiamo tutti una radice comune in nostro Signore. La giustizia ci dice che questa è una grande possibilità”. Non so quanti sapranno apprezzare le sue parole,  forse troppo moderne ed audaci.

Durante la conferenza, infatti,  il cardinale ghanese ha anche parlato di un tema caldo come quello dell’Aids e della prevenzione al contagio:  “se una persona sa di essere contagiata non dovrebbe avere rapporti, per carità in quel caso – aggiunge però Turkson - consiglierei l’uso dei preservativi, ma in Africa ce ne sono di bassa qualità che non proteggono completamente“. Non credo che la linea di Benedetto XVI sia proprio questa, visto anche le sue sconvolgenti ed inopportune dichiarazioni di qualche tempo fa. Se Papa nero sarà difficilmente entrerà in lizza l’illuminato Turkson, almeno se non cambia il suo atteggiamento diciamo così un po’ spudorato.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl